Push-to-talk

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Standard di telefonia mobile
3GPP: famiglia GSM/UMTS
2G
3G
4G
3GPP2: famiglia cdmaOne/CDMA2000
2G
3G
4G
Altre tecnologie
0G
1G
2G
4G
5G (attualmente in fase di ricerca e sviluppo)
Bande di frequenza

Nelle telecomunicazioni il comando di trasmissione[1] soventemente abbreviato col termine PTT (sigla dell'inglese push-to-talk, letteralmente "premi per parlare", conosciuto anche come press-to-transmit, "premi per trasmettere") indica la modalità operativa di impiego di apparati di comunicazione che richiedono la pressione di un pulsante per abilitare la trasmissione e il rilascio per tornare in ascolto (half-duplex). Tipicamente gli apparati radio ricetrasmittenti VHF/UHF conosciuti come Walkie/Talkie o PMR.

Descrizione[modifica | modifica wikitesto]

Il termine può essere utilizzato anche per indicare un sistema che consente di utilizzare il cellulare per comunicare in modo diretto con altri utenti.

In pratica il cellulare è utilizzato come fosse un walkie-talkie; premendo un pulsante si apre direttamente il canale di comunicazione.

Negli USA questo sistema di comunicazione ha già riscosso un notevole successo, grazie anche all'operatore telefonico Sprint Nextel che l'ha adottato commercialmente.[2]

Questo tipo di comunicazione richiede o un dispositivo cellulare dedicato o l'installazione di un software specifico sul telefonino.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Cfr. Gazzetta Ufficiale dello Stato.
  2. ^ (EN) Nextel Direct Connect Push to talk
Telefonia Portale Telefonia: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di telefonia