Protogenia

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search

Nella mitologia greca, Protogenia, il cui significato del nome è «la Prima Nata», è una delle prime donne mortali, figlia di Deucalione e Pirra. Ha due fratelli, Elleno, il maggiore e Anfizione.

Il mito[modifica | modifica wikitesto]

Stando alla leggenda, Protogenia era stata la seconda mortale, dopo Niobe, a cui Zeus si era unito d'amore nel talamo. Da questo amore con la divinità, essa ebbe due figli: Etlio ed Opo.
In questo stesso periodo, tuttavia, Protogenia aveva sposato un mortale, Locro, re dell'omonima città di Oponte. Uno dei figli "divini" di sua moglie Protogenia, Opo, gli venne affidato da Zeus stesso e in tal modo il re lo allevò come figlio suo.

Pareri secondari[modifica | modifica wikitesto]

Un'altra fanciulla col nome di Protogenia (Robert Graves la chiama invece Protogonia) è una delle Giacintidi, le due figlie di Eretteo. L'altra si chiamava Pandora.
Entrambe si erano offerte come vittime nel momento in cui l'esercito eleusino, capitanato da Eumolpo avanzava verso Atene, deciso a muovere guerra. Le due fanciulle vennero immolate su una collina chiamata Giacinto, da cui presero il nome.

Una terza Protogenia, figlia del re Calidone e di Eolia, fu amata dal dio Ares e con cui generò un figlio chiamato Ossilo[1]..

Note[modifica | modifica wikitesto]

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

Fonti[modifica | modifica wikitesto]

Moderna[modifica | modifica wikitesto]

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Mitologia greca Portale Mitologia greca: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di mitologia greca