Pontificia opera per la preservazione della fede e la provvista di nuove chiese in Roma

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

La Pontificia opera per la preservazione della fede e la provvista di nuove chiese in Roma è nata il 5 agosto del 1930 per volontà di papa Pio XI, che le ha attribuito lo specifico compito di provvedere, "con la maggiore sollecitudine possibile",

« all’erezione, istituzione e dotazione di nuove parrocchie, anche mediante la dismembrazione delle antiche, agli acquisti delle nuove aree, alla costruzione di chiese e annessi edifici, nonché alle pratiche occorrenti presso le autorità civili »

In tre quarti di secolo, sono sorti ben 269 nuovi complessi. Le parrocchie della diocesi, infatti, sono oggi 333, contro le 64 di allora. L'ultima, quella intitolata alla beata Madre Teresa di Calcutta – i cui nuovi locali sono stati inaugurati sabato 12 novembre 2005 – è stata voluta da Benedetto XVI nel settore Est, a Ponte di Nona.

Attualmente si chiama Opera romana per la preservazione della fede e la provvista di nuove chiese in Roma.