Open core

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Open core (in italiano letteralmente: Nucleo aperto) è un modello di business per la monetizzazione di prodotti commerciali software open source. Termine coniato da Andrew Lampitt nel 2008[1], il modello coinvolge primariamente un "cuore" (core) o versione del software con caratteristiche limitate come software libero e open source, e una parte "esterna" in versione commerciale e con software proprietario che fornisce ulteriori funzioni al nucleo centrale del software, o in alternativa l'offerta in aggiunta al software open source del "core" di servizi pagati come supporto tecnico di tipo "premium".

Il concetto di software open core è controverso, molti sviluppatori non considerano questo modello di business come un modello appartenente ai software open source. Malgrado ciò questo modello è usato da un grande numero di società di software open source[2][3].

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Simon Phipps, Open Source Strategies for the Enterprise, O'Reilly Media, luglio 2012, ISBN 978-1-4493-4117-6.
  2. ^ Dirk Riehle, The Commercial Open Source Business Model, in Value Creation in e-Business Management, Springer Verlag, 2009, pp. 18–30.
  3. ^ Anthony I. Wasserman, How the Internet transformed the software industry, in Journal of Internet Services and Applications, vol. 2, nº 1, 2011, pp. 11–22, DOI:10.1007/s13174-011-0019-x, ISSN 1867-4828. URL consultato il 25 gennaio 2015.
    «Some companies have only a single version of their software, while others follow an “open core” model, providing a community release of the core version, and offering proprietary premium features us- ing a commercial license.».