ORF

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Nota disambigua.svg Disambiguazione – Se stai cercando altri significati, vedi ORF (disambigua).
Österreichischer Rundfunk
Logo
Stato Austria Austria
Tipo azienda pubblica
Fondazione 1º agosto 1955
Sede principale Argentinierstraße, 30, Vienna
Persone chiave Alexander Wrabetz, direttore
Settore Media
Prodotti programmi televisivi e radiofonici
Sito web www.orf.at

ORF (Österreichischer Rundfunk) è la radiotelevisione nazionale austriaca, nata il 1º agosto 1955.

L'ORF ha un ruolo predominante nei media austriaci: infatti l'Austria è stato uno degli ultimi paesi europei, a parte l'Albania, a permettere trasmissioni televisive private. Il monopolio dell'ORF durò fino al 2003, quando nacque il primo canale privato austriaco chiamato ATV. Seguirono i canali PULS 4, Austria 9 e Servus TV (2007-2009) e alcuni canali locali trasmessi solo via cavo nelle zone di Vienna, Graz e Linz.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

La prima emittente radiofonica austriaca nacque il 30 settembre 1924 con il nome Radio Verkehrs AG (RAVAG).

Nel 1938, quando l'Austria fu annessa alla Germania, cambiò nome in Großdeutscher Rundfunk.

Dopo la fine della seconda guerra mondiale, nel 1945 l'emittente si divise in diversi canali.

Il 1º agosto 1955 i vari canali austriaci si unirono nell'Österreichischer Rundfunk dando vita all'ORF.

Fino al dicembre 1959 le trasmissioni venivano effettuate 6 giorni alla settimana - con l'esclusione del martedì - dalle ore 17 alle 21.

Nel 1961 nacque il secondo canale, ORF 2.

Il 1º gennaio 1969 iniziarono le prime trasmissioni a colori, l'ultimo programma trasmesso in bianco e nero andò in onda il 13 dicembre 1974.

Dal 1975 iniziarono i programmi regionali delle 9 regioni austriache e dagli anni '90 si possono vedere anche i programmi regionali in altre lingue.

Nel 1980 cominciarono le prime prove del televideo austriaco.

Nel novembre 1992 furono inaugurati nuovi studi televisivi e nuovi programmi sostituirono quelli vecchi.

Dal 6 marzo 1995 l'ORF trasmette 24 ore su 24.

Nel 2006 l'ORF ha iniziato le trasmissioni in digitale terrestre. Lo spegnimento dei segnali analogici è iniziato il 6 marzo 2007 nella città di Bregenz, per continuare nei capoluoghi di regione da Ovest a Est fino al 22 ottobre dello stesso anno. La transizione fu completata definitivamente in tutta l'Austria il 7 giugno 2011.

Il 10 aprile 2007 furono cambiati i programmi dal formato 4:3 al formato 16:9.

Nel 2011 sono nati il canale ORF III, che trasmette programmi di cultura e informazione, e il canale ORF Sport + dedicato allo sport.

Altre iniziative[modifica | modifica wikitesto]

La radiotelevisione austriaca porta avanti un'iniziativa di beneficenza chiamata "Lichts in Dunkel" ("Luce nel buio"), che ha l'obiettivo di aiutare persone bisognose (invalidi, profughi ecc.); dal 1986 l'ORF decise di aggiungere alla beneficenza anche un messaggio di ringraziamento e di pace, distribuendo prima di Natale nel territorio austriaco la luce di una lampada ad olio (la "Luce della Pace") accesa nella Basilica della Natività di Betlemme (luogo dove nacque Gesù Cristo). Tale lampada infatti è mantenuta accesa grazie alle donazioni di olio da parte da tutte le Nazioni di fede cristiana, e non si è mai spenta da molti secoli.

Canali televisivi[modifica | modifica wikitesto]

In tecnica HD:

La seconda rete televisiva pubblica ORF 2 trasmette ogni giorno, alle ore 19:00, un spazio informativo di circa mezz'ora in diretta dalle nove strutture periferiche (una per ogni Stato federale). In tale occasione il logo di ORF 2 viene integrato dalla sigla della regione federale di emissione (ORF 2 T, ORF 2 K, ORF2 S, ORF 2 W, ecc.).

Canali radio[modifica | modifica wikitesto]

Nazionali[modifica | modifica wikitesto]

  • ORF Ö1, trasmette musica e notiziari
  • ORF Hitradio Ö3, trasmette pop, music e concerti
  • ORF FM4

Federali[modifica | modifica wikitesto]

L'ente pubblico radioteleviso austriaco ORF possiede una radio per ogni singolo Stato federale:

Internazionali[modifica | modifica wikitesto]

  • ORF Radio Ö1 International (già Radio Austria International), ritrasmette su onde corte per un'ora al giorno la programmazione di Ö1[1].

Defunti[modifica | modifica wikitesto]

  • ORF Radio 1476[2]

Diffusione del segnale[modifica | modifica wikitesto]

I programmi televisivi così come quelli radiofonici sono ricevibili in tutta la Repubblica d'Austria sia via etere, sul DTT, così come via cavo. L'Ente radiotelevisivo offre il suo bouquet di canali sia tv che radio anche via satellite tramite l'operatore ASTRA a 19° est. I canali tv sono criptati mentre quelli radiofonici vengono diffusi in chiaro.

Sempre sul satellite Astra 19° est viene proposta la diffusione della seconda rete ORF 2 (indicata in questo caso con il nome di ORF2 Europe ma in sovrimpressione viene lasciato il logo di ORF 2) criptando però alcuni programmi per i quali non sono detenuti i diritti di diffusione internazionale. Durante l'assenza di tali programmi viene mandata in onda la pagina d'indice del teletex di ORF 2 Tirol.

I programmi televisivi ORF eins, ORF 2 e ORF III si ricevono anche in Alto Adige, dove viene trasmesso un notiziario regionale, Südtirol Heute, prodotto a Bolzano.

Dal giugno 2013, tramite la Radiotelevisione Azienda Speciale, le reti sono ricevibili anche nella provincia di Trento.[3]

Direzione[modifica | modifica wikitesto]

L'attuale direttore della ORF è Alexander Wrabetz dal 01/01/2007.

I precedenti direttori sono stati:

Loghi dei canali tv e radio[modifica | modifica wikitesto]

I loghi della ORF:

  • televisione: sono contraddistinti dall'acronimo ORF con l'aggiunta di: eins, per la prima rete: del numero 2, per la seconda rete; tre barrette, III, per la terza rete. Il canale sportivo reca l'acronimo ORF con l'aggiunta della parola SPORT+;
  • radio: quelle nazionali sono rappresentate dall'acronimo ORF1 radio Österreich, per la prima rete; 3 hitradio 03, per la terza rete e la scritta radio FM4 per la quarta. La seconda rete radio è rappresentata da otto canali radio quante sono le regioni federate dell'Austria. Ogni singolo logo reca la scritta dell'acronimo ORF con l'aggiunta della sigla del rispettivo Land: ORF B per radio Burgerland, ORF K per radio Kärnten, ORF NO per radio Niederösterreich, ORF OO per radio Oberösterreich, ORF S per radio Salzburg, ORF St per radio Steiermark, ORF T per radio Tirol e ORF V per radio Voralberg. Il canale radio internazionale è costituito dall'acronimo ORF con una O centrale (Österreich) sovrapposta da una i minuscola (international).

Ogni logo tv e radiofonico della ORF è caratterizzato da un colore diverso, comune è solo l'acronimo ORF di colore bianco sul base rossa che richiamano i colori della bandiera austriaca.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ World Radio TV Handbook, p.453
  2. ^ (EN) Bruce Conti, Silent MW Radio Countries, su www.bamlog.com. URL consultato il 14 maggio 2016.
  3. ^ Consiglio PAT - Sì a 3 mozioni: trasparenza, tv in tedesco e ciclabile Trento Mattarello

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • (EN) World Radio TV Handbook, vol. 70, Oxford, WRTH Publications Limited, 2015, ISBN 978-0-9555481-8-5.
Controllo di autorità VIAF: (EN134342983 · LCCN: (ENn80043539 · GND: (DE2020839-X · BNF: (FRcb121502397 (data)
Televisione Portale Televisione: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Televisione