Mario Ferrero

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Mario Ferrero (Firenze, 25 maggio 1922Vicchio, 9 settembre 2012[1]) è stato un regista italiano. Di formazione teatrale, è stato attivo prettamente in televisione e alla radio dalla fine degli anni quaranta a tutti gli anni settanta. Ha avuto anche una brevissima esperienza come attore comparendo nel film del 1975 La donna della domenica.

Biografia[modifica | modifica sorgente]

Allievo del corso di regia all'Accademia Nazionale d'Arte Drammatica di Roma, si diploma nel 1944, per iniziare successivamente la sua attività nel teatro e negli allestimenti di prosa radiofonica della RAI.

Ha curato la regia del primo originale televisivo RAI La domenica di un fidanzato, di Ugo Buzzolan, andato in onda nel 1954 nel primo mese di programmazione dell'ente televisivo di stato.[2], dirigendo poi altri lavori di fiction, fra cui Tessa la ninfa fedele, sceneggiato televisivo tratto dal romanzo di Margaret Kennedy

Ha insegnato recitazione in versi presso l'Accademia Nazionale d'Arte Drammatica intitolata a Silvio d'Amico di Roma.

Prosa radiofonica RAI[modifica | modifica sorgente]

Prosa televisiva[modifica | modifica sorgente]

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ Addio al regista Mario Ferrero, tra gli ultimi maestri del '900 Repubblica.it
  2. ^ Fonte: Enciclopedia della televisione, a cura di Aldo Grasso, Garzanti, 2008 (n.b.: il lemma è indicato erroneamente come Ferrero, Marco, pag. 276)

Bibliografia[modifica | modifica sorgente]

  • Il Radiocorriere annata 1954
  • Le teche Rai, la prosa televisiva 1954/2008

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]