Marco Asinio Marcello

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Marco Asinio Marcello
Nome originale Marcus Asinius Marcellus
Figli Marco Asinio Marcello

Marco Asinio Marcello (lat. Marcus Asinius Marcellus; ... – ...) è stato un politico romano, console nel 54 d.C. con Marco Acilio Aviola alla morte dell'imperatore Claudio. Fu descritto da Tacito [1] come "lodevole tra i suoi antenati".

Marcello era un importante e rispettato senatore sotto l'impero di Claudio e Nerone. Nel 60 fu coinvolto in uno scandalo legato a un pretore . Gli associati allo scandalo furono puniti. Sebbene Marcello fosse stato fatto cadere in disgrazia e i suoi complici giustiziati, non fu punito perché l'imperatore Nerone (suo terzo cugino) intervenne:

(LA)

« Marcellum memoria maiorum et preces Caesaris poenae magis quam infamiae exemere. »

(IT)

« Solo Marcello, per il ricordo dei suoi avi e per l'intercessione di Cesare, i senatori assolsero dalla pena, ma non dal disonore. »

(Tacito, Annali, libro XIV, XL)

Marco Asinio Marcello ebbe un figlio con il suo stesso nome. Il giovane Marco Asinio Marcello fu un console nel 104 sotto l'imperatore Traiano.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Tacito, Annali 4.61

Fonti[modifica | modifica wikitesto]

  • Tacito Annali XII.64 e XIV.40.
  • Christian Settipani, Les Ancêtres de Charlemagne (France: Éditions Christian, 1989).
  • Christian Settipani, Continuite Gentilice et Continuite Familiale Dans Les Familles Senatoriales Romaines A L'epoque Imperiale, Mythe et Realite, Addenda I - III (luglio 2000- ottobre 2002) (n.p.: Prosopographica et Genealogica, 2002).
  • Luíz Paulo Manuel de Menezes de Mello Vaz de São-Payo, A Herança Genética de Dom Afonso I Henriques (Portogallo: Centro de Estudos de História da Família da Universidade Moderna do Porto, Porto, 2002).
  • Manuel Dejante Pinto de Magalhães Arnao Metello and João Carlos Metello de Nápoles, Metellos de Portugal, Brasil e Roma, Torres Novas, 1998

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]