Llwyd ap Cil Coed

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Nella mitologia gallese Llwyd ap Cil Coed è un amico di Gwawl ap Clud.

Nel Terzo Ramo del Maginogion Llwyd decide di vendicare l'offesa fatta da Pwyll verso il suo amico Gwawl devastando il regno di Dyfed. In seguito. tramite una coppa incantata. imprigiona in una fortezza magica Pryderi e Rhiannon, vedova di Pwyll e madre di Pryderi. Llwyd li imprigiona e fa portare a Rhiannon i gioghi dei suoi cavalli, mentre a Pryderi i martelli dell'entrata.

Solo Manawydan, nuovo marito di Rhiannon, e Cifga, moglie di Pryderi, restano in Dyfed. Tentano di piantare il grano, ma il raccolto è distrutto dai topi. Manawydan scaccia gli animali, ma ne cattura uno grasso e lento e decide di impiccarlo per furto. Un chierico, un prete e un vescovo uno alla volta vengono da Manawydan per chiedere di salvare il topo, ma Manawydan rifiuta finché il vescovo accetta di togliere l'incantesimo dal Dyfed. Il vescovo poi si rivela essere Llwyd che spiega che i topi sono in realtà i suoi servitori trasformati per magia. Il topo catturato è sua moglie incita Gwenaby, ma Manawydan rifiuta di liberarla fino a quando Llwyd rilascia Rhiannon e Pryderi e s'impegna a non vendicarsi.