Laser a ioni di argon

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search

Il laser a ioni di argon è un laser a ioni il cui mezzo attivo è costituito da ioni di argon e kripton. Rientra nella categoria dei laser a gas.

Caratteristiche[modifica | modifica wikitesto]

La lunghezza d'onda del fascio emesso può variare da 500 nm a 1 000 nm (visibile-IR), con potenze raggiungibili di poche decine di watt, che lo rendono adatto principalmente per applicazioni in ambito medicale.

Il principio di funzionamento del laser a ioni di argon consiste nell'applicare una differenza di potenziale alla cella contenente il gas formando così ioni Ar+. In questo situazione però gli ioni di Ar possono andare a scaricarsi sul catodo; per evitare questo effetto indesiderato, la cella viene circondata da un magnete che confina gli ioni Ar+ al centro.
L'inversione di popolazione a questo punto avviene fra Ar+ e Ar.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Peter Atkins, Julio De Paula, Chimica Fisica, 4ª ed., Bologna, Zanichelli, settembre 2004, ISBN 88-08-09649-1.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]