James Cotton

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Nota disambigua.svg Disambiguazione – Se stai cercando l'omonimo cestista, vedi James Cotton (cestista).
James Cotton
James Cotton One.jpg
NazionalitàStati Uniti Stati Uniti
GenereBlues
Periodo di attività musicale1953 – 2017
Strumentovoce, armonica a bocca
EtichettaBuddah Records, Alligator Records
Album pubblicati15
Gruppi e artisti correlatiMuddy Waters, Matt Murphy, Howlin' Wolf
Sito ufficiale

James Cotton (Tunica, 1º luglio 1935Austin, 16 marzo 2017) è stato un armonicista, cantante e compositore statunitense.

Nato a Tunica, Mississippi, apprende giovanissimo l'uso dell'armonica a bocca, dove ha come maestro "Sonny Boy Williamson II". Dopo alcune tournée con Williamson stesso si esibisce nell'Arkansas dove si accompagna con Howlin' Wolf.

Nel 1952 forma il suo primo gruppo e nel 1954, trasferitosi a Chicago, rimpiazza Little Walter e Junior Wells nella band di Muddy Waters, e da questo connubio che durerà 11 anni, trarrà gli stimoli che gli permetteranno finalmente di dare al proprio strumento una dimensione personale. Nel 1966 formò una propria Blues Band, in cui spicca il chitarrista Luther Tucker ed effettua lunghe tournée attraverso gli Stati Uniti d'America.

Durante gli anni settanta/ottanta amplia il classico organico inserendo una sezione fiati approdando ad una musica più funky. James Cotton viene considerato il migliore armonicista blues in attività, entertainer oltre che strumentalista e vocalista.

Vincitore dei Grammy Awards (gli Oscar della Musica) per quanto riguarda il blues sia come compositore, strumentista che show man. Ha partecipato più volte ai più grandi Festival Blues sia americani ma che europei, dove è stato invitato come star ai festival estivi. La sua discografia comprende una ventina di dischi come solista e più di 50 partecipazioni come ospite di altri interpreti. Tra gli altri Muddy Waters e Johnny Winter.

Discografia[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF: (EN85311429 · ISNI: (EN0000 0001 1476 4827 · LCCN: (ENn85034859 · GND: (DE134351479 · BNF: (FRcb138927874 (data)