Italia e Civiltà

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Italia e Civiltà
StatoRepubblica Sociale Italiana Repubblica Sociale Italiana
Periodicitàsettimanale
Genererivista
FondatoreBarna Occhini
Fondazionegennaio 1944
Chiusuragiugno 1944
SedeFirenze
DirettoreBarna Occhini
 

Itala e Civiltà è stata una rivista fondata da Barna Occhini e pubblicata a Firenze con periodicità settimanale nel 1944.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

La rivista, diretta dal fondatore Barna Occhini, fu pubblicata a Firenze, durante l'occupazione nazista, dall'8 gennaio al 17 giugno 1944. Essa fu collaterale al governo saloino e si pose come obiettivo la rettificazione dell'esperienza fascista. Fu inoltre fortemente critica nei confronti degli eccessi del fascismo.[1]

A questa rivista collaborarono, fra gli altri, Ardengo Soffici, Giovanni Gentile, Giotto Dainelli, un giovanissimo Giovanni Spadolini, Primo Conti, Enrico Sacchetti e Carlo Martini.[2]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Car, p. XXXIII.
  2. ^ Con, p. 15.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Barna Occhini (a cura di), Italia e Civiltà, Roma, Giovanni Volpe Editore, 1971.
  • Bruno Gatta, L'ultima raffica dei duri e puri, in Il Giornale, 3 ottobre 1996, p. 29.
  • Simonetta Bartolini, La breve avventura di "Italia e Civiltà", in Nuova storia contemporanea, nº 5, settembre-ottobre 2000, pp. 85-112.
  • Giordano Bruno Guerri, Gli articoli in camicia nera del ragazzo Spadolini, in Il Giornale, 7 ottobre 2000, p. 19.
  • Simonetta Bartolini (a cura di), Barna Occhini-Giovanni Papini: Carteggio: 1932-1956, Roma, Edizioni di Storia e Letteratura, 2002.
  • Franco Contorbia, Giornali e riviste a Firenze, 1943-1946, Firenze, Polistampa, 2010.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]