Istituto per la finanza e l'economia locale

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Istituto per la finanza e l'economia locale
Abbreviazione IFEL
Fondazione 16 marzo 2006
Fondatore ANCI
Scopo Garantire assistenza tecnica, formativa e informativa al sistema dei comuni dalla finanza locale alla dinamica dei tributi, fino al decentramento catastale.
Sito web 

L'Istituto per la finanza e l'economia locale (IFEL) è una fondazione costituita dall'Associazione nazionale comuni italiani, il 16 marzo 2006.

La Fondazione persegue lo scopo di organizzare, ai sensi dell'art. 10, comma 5 del D.Lgs. n. 504/1992, istitutivo dell'imposta comunale sugli immobili, “i servizi finalizzati a fornire adeguati strumenti conoscitivi per una efficace azione accertativa dei comuni, nonché per agevolare i processi telematici di integrazione nella pubblica amministrazione ed assicurare il miglioramento dell'attività di informazione ai contribuenti”.

Natura giuridica[modifica | modifica wikitesto]

L'IFEL è stato costituito allo scopo di garantire assistenza tecnica, formativa e informativa al sistema dei comuni dalla finanza locale alla dinamica dei tributi, fino al decentramento catastale.

In ottemperanza ai criteri statistico-contabili SEC2010 l'ISTAT classifica l'IFEL "Ente a struttura associativa" nell'elenco delle Amministrazioni pubbliche del consolidato della Pubblica amministrazione.[1]

Le principali linee d'azione e gli obiettivi di IFEL[modifica | modifica wikitesto]

Le funzioni essenziali dell'Istituto si sviluppano su tre piani diversi che ne contraddistinguono le funzioni: ricerca, formazione tecnico scientifica ai comuni ed informazione al cittadino. Determinante è l'attività di ricerca che avviene attraverso un processo continuo di raccolta, elaborazione ed analisi di dati. In particolare si toccano specifiche aree quali tributi locali, patto di stabilità, indebitamento e federalismo fiscale.

Altro settore importante per IFEL è quello della formazione tecnico – scientifica e dell'informazione ai comuni. La Fondazione cura la progettazione, la realizzazione e la diffusione di banche dati contenenti informazioni di finanza locale, in grado di supportare l'attività dei Comuni nella gestione delle risorse finanziarie e strumentali.

Fornire una corretta informazione al cittadino è un altro degli obiettivi di IFEL. La comunicazione costituisce una risorsa essenziale per promuovere l'interazione fra la pubblica amministrazione e il contribuente veicolando così interessi di contenuto collettivo.

Per quel che riguarda la comunicazione istituzionale, la Fondazione realizza prodotti editoriali, newsletter, pubblica rapporti annuali sulla finanza locale e fornisce assistenza tecnica e formazione gratuita al personale degli enti territoriali tramite studi, seminari, incontri, iniziative culturali e di comunicazione, d'interesse collettivo e finanziario. Infine, valorizza e promuove, a livello europeo, modelli gestionali di eccellenza selezionati fra i Comuni.

Il sito web istituzionale[modifica | modifica wikitesto]

Il punto centrale dell'offerta istituzionale di IFEL è sito web interamente dedicato alla finanza locale e alla fornitura di servizi a comuni e contribuenti. Il portale ha l'obiettivo di dare vita ad un dialogo stabile e duraturo con le strutture del governo locale e di facilitare i cittadini nell'assolvimento dei loro obblighi tributari, attraverso la messa in rete delle aliquote ICI e grazie alla possibilità di consultazione della banca dati dei regolamenti comunali, unica a livello nazionale[senza fonte].

L'interattività con i Comuni, che provvedono in piena autonomia all'inserimento dei dati di propria pertinenza, garantisce l'aggiornamento costante di ciascuna tavola tematica. Si tratta di un vero e proprio supporto per gli amministratori locali sui temi della finanza locale, cui contribuisce anche la rinnovata sezione delle Emissioni dei titoli degli Enti territoriali, contenente i Buoni Ordinari dei Comuni, delle Province e delle Regioni (BOC, BOP e BOR), completa di analisi statistiche e grafici.

Note[modifica | modifica wikitesto]