Ipotonia nel lattante

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Avvertenza
Le informazioni riportate non sono consigli medici e potrebbero non essere accurate. I contenuti hanno solo fine illustrativo e non sostituiscono il parere medico: leggi le avvertenze.

Con ipotonia si intende la diminuita resistenza ai movimenti passivi, e spesso si associa alla debolezza muscolare. L'ipotonia non è una patologia specifica ma una manifestazione clinica di diverse sindromi e disordini neurologici che interessano il muscolo, la conduzione nervosa o il sistema nervoso centrale.[1] È dunque importante indagare le cause e porre diagnosi certa per evitare che la patologia di base crei importanti conseguenze negative sullo sviluppo fisico e cerebrale del neonato.[2] Alcune patologie hanno un trattamento specifico, mentre altre sono principalmente contrastate con esercizio fisioterapico e in alcuni casi musicoterapia.

Note[modifica | modifica wikitesto]

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Mario Castagnini, I disturbi dello sviluppo neuro e psicomotorio del bambino. Diagnosi e terapia., AERRECI, 2007.
  • Stefano Vicari, Maria Cristina Caselli, I disturbi dello sviluppo. Neuropsicologia clinica e ipotesi riabilitative, Il Mulino, 2002, ISBN 8815086609.