Guidetto (vescovo)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
(Reindirizzamento da Guidotto (vescovo))
Vai alla navigazione Vai alla ricerca
Guidetto
vescovo della Chiesa cattolica
 
Incarichi ricopertiVescovo di Asti (1210-1218)
 
Natoad Asti
Nominato vescovo1210 da papa Innocenzo III
Deceduto1218
 

Guidetto o Guidotto o più semplicemente Guido (Asti, ... – 1218) è stato un vescovo cattolico italiano. È stato vescovo di Asti tra il 1210 ed il 1218.

Nel 1210 un documento conferma la presenza di Guidetto come vescovo di Asti.

Il vescovo era in ottimi rapporti con l'imperatore Ottone IV; a conferma di ciò sono moltissime le donazioni (ben 29) fatte dall'imperatore alla diocesi astigiana e raccolte nel Libro verde della Chiesa di Asti.

Tra i vari documenti, uno dei più importanti è quello datato 7 agosto 1210, con cui il vescovo ricevendo il castello ed i possedimenti di Boves da parte del marchese Manfredi I di Busca detto Lancia, rimette al marchese i possedimenti, investendolo del feudo e dei possedimenti in Bene.[1]

Guidotto, nel 1212, effettò la prima ricognizione alle reliquie del patrono san Secondo.

Secondo l'Ughelli, il 26 marzo 1212, si sparse in città la voce che le reliquie del patrono san Secondo fossero state trafugate e trasportate a Venezia. La mattina dopo, il vescovo Guidetto accompagnato dai canonici della Collegiata e dal podestà Ugo del Carretto aprirono il sacello trovando le reliquie al loro posto.[2]

Nel 1215, Guidetto promosse ed iniziò la costruzione del monastero di Santo Spirito.

  1. ^ Gabiani Niccola, Asti nei principali suoi ricordi storici, vol. 2, Tip. Vinassa 1927-1934, p. 186.
  2. ^ Ughelli F., Italia sacra, Venezia, 1719, p. 374.
  • Assandria G., Il libro verde della Chiesa di Asti.
  • Pietro Giovanni Boatteri,Serie cronologica-storica de' Vescovi della Chiesa d'Asti, Asti 1807
  • Bianco A., Asti Medievale, Ed CRA 1960
  • Bordone R., Città e territorio nell'alto medioevo. La società astigiana dal dominio dei Franchi all'affermazione comunale. Biblioteca Storica Subalpina, Torino 1980
    • Lo storico GS. de Canis e la sua "descrizione statistica della Provincia di Asti". Asti 1976,CRA.
  • Bosio Gaspare, Storia della Chiesa di Asti, Asti 1894
  • Cipolla Carlo, Appunti per la storia di Asti, 1891
  • Lorenzo Gentile Storia della Chiesa di Asti, Asti 1934
  • Ferro, Arleri, Campassi, Antichi Cronisti Astesi, ed. dell'Orso 1990 ISBN 88-7649-061-2
  • Gabiani Niccola, Asti nei principali suoi ricordi storici vol 1, 2,3. Tip.Vinassa 1927-1934
  • Gabotto F., Le più antiche carte dell'archivio capitolare di Asti (Corpus Chart. Italiae XIX), Pinerolo Chiantore-Mascarelli 1904
  • Gorrini G., Il comune astigiano e la sua storiografia, Firenze Ademollo & c. 1884
  • Grassi S., Storia della Città di Asti vol I, II, Atesa ed. 1987
  • Sella Q., Codex Astensis, Roma tip. dei Lincei 1887
  • Ughelli, in Italia sacra, Astenses Episcopi, Venezia 1719
  • Vergano L., Storia di Asti Vol. 1,2,3 Tip. S. Giuseppe Asti, 1953, 1957

Voci correlate

[modifica | modifica wikitesto]
Predecessore Vescovo di Asti Successore
Bonifacio I 12101218 Giacomo