Glider (hacker)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Il Glider.

Il Glider, rappresentazione della navicella aliante (in inglese appunto glider) nella teoria degli automi cellulari, proposto come emblema degli hacker.

Il Glider, versione cubo di Rubik

Storia[modifica | modifica wikitesto]

Proposto nel 2003 da Eric Steven Raymond ha riscosso un buon successo tra gli hacker e sostenitori. Il suo scopo principale è quello di colmare una lacuna ben precisa: avere un simbolo che identifichi tutti i sostenitori della comunità hacker indipendentemente dal linguaggio di programmazione preferito e/o sistema operativo più usato. Utilizzarlo non significa definirsi un hacker, anche perché è buona regola non autoproclamarsi tale: significa piuttosto esprimere rispetto verso gli ideali, la cultura e lo stile di vita hacker, riconoscendosi gli uni con gli altri.

Equivoci comuni[modifica | modifica wikitesto]

Il prestigioso termine Hacker (che dagli albori dell'informatica identifica una ristretta cerchia d'élite) è stato discriminato nel corso degli anni dai mass media, a causa di criminali informatici.

Versioni testuali (ASCII art)[modifica | modifica wikitesto]

 . o .    |_|0|_|    [ ][*][ ]    [ ][0][ ]    1 0 1    A O A
 . . o    |_|_|0|    [ ][ ][*]    [ ][ ][0]    1 1 0    A A O
 o o o    |0|0|0|    [*][*][*]    [0][0][0]    0 0 0    O O O

  @        .      #  @  #    o ø o    ° • °    o * o    H O H
    @        .    #  #  @    o o ø    ° ° •    o o *    H H O
@ @ @    . . .    @  @  @    ø ø ø    • • •    * * *    O O O

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]