Giovanni Plantageneto

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search

Giovanni Plantageneto, Conte di Cornovaglia (Eltham, 15 agosto 1316Perth, 13 settembre 1336), Secondogenito di Edoardo II e di Isabella di Francia, fu il secondo in linea di successione fino alla nascita del nipote Edoardo di Woodstock.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Giovanni era il secondogenito di Edoardo II e di Isabella di Francia (dopo di lui vennero due femmine), rimasto orfano a soli undici anni venne nominato conte di Cornovaglia l'anno successivo, dal fratello Edoardo III, maggiore di lui di quattro anni. Nonostante fosse poco più che adolescente era un fidato consigliere del fratello che faceva affidamento su di lui anche quando si spingeva fuori dai confini del paese. A diciassette anni era a capo di un esercito mandato da Edoardo III contro gli scozzesi, le cronache lo ricordano come un combattente feroce che non si fermava dinnanzi a niente. Delle sue imprese si ricorda soprattutto la distruzione dell'abbazia di Lesmahagow e della morte di tutti i civili che vi si erano rifugiati dentro. Nell'autunno del 1336 Giovanni muore all'improvviso poco dopo il massacro scozzese che aveva suscitato le ire del fratello monarca. La leggenda vuole che sia stato il re a farlo uccidere a seguito di quell'azione scellerata, tuttavia l'imponente monumento funebre fatto costruire a Westminster e il grande numero di messe che il re ordinò per il fratello rendono l'idea piuttosto improbabile. Giovanni non ha lasciato eredi essendo morto scapolo.

Stemma di Giovanni Plantageneto
Arms of John of Eltham, Earl of Cornwall.svg

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

(EN) [1] descrizione del monumento funebre