Giovanni di Lorenzo

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
(Reindirizzamento da Giovanni Di Lorenzo)
Jump to navigation Jump to search
Nota disambigua.svg Disambiguazione – Se stai cercando l'omonimo calciatore italiano, vedi Giovanni Di Lorenzo (calciatore).
Giovanni di Lorenzo

Giovanni di Lorenzo (Stoccolma, 9 marzo 1959) è un giornalista italiano naturalizzato tedesco, direttore del settimanale tedesco Die Zeit.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

È cresciuto in Italia, dove ha frequentato la Deutsche Schule Rom[1], si è trasferito all'età di undici anni a Hannover.[2] Ha studiato a Monaco di Baviera, laureandosi con una tesi sui network mediatici di Silvio Berlusconi.

Dopo varie esperienze nel mondo del giornalismo, è stato nominato nel 1999 caporedattore del quotidiano berlinese Der Tagesspiegel di cui è sempre coeditore. Nel 2004 è stato chiamato a dirigere il prestigioso settimanale Die Zeit[3] e da allora svolge quella professione. Inoltre è conduttore del talkshow 3 nach 9 dell'emittente regionale Radio Bremen.

Dal 2005 al 2015 è stato legato alla presentatrice Sabrina Staubitz. I due hanno una figlia.

Opere[modifica | modifica wikitesto]

  • Giovanni di Lorenzo: Stefan, 22, deutscher Rechtsterrorist: Mein Traum ist der Traum von vielen, Rowohlt Verlag, Reinbek 1984 ISBN 3-498-03827-3
  • Giovanni di Lorenzo/Helmut Schmidt: Auf eine Zigarette mit Helmut Schmidt, Kiepenheuer & Witsch, Köln 2009, ISBN 978-3-462-04065-4
  • Giovanni di Lorenzo/Axel Hacke: Wofür stehst Du?: Was in unserem Leben wichtig ist. Eine Suche, Kiepenheuer & Witsch, Köln 2010, ISBN 978-3-462042412
  • Giovanni di Lorenzo/Sabrina Staubitz: Wölkchen, Simon und der Regenbogen, Carlsen Verlag, Hamburg 2011, ISBN 978-3-551-05200-1
  • Giovanni di Lorenzo/Karl-Theodor zu Guttenberg: Vorerst gescheitert: Karl-Theodor zu Guttenberg im Gespräch mit Giovanni di Lorenzo, Herder Verlag, Freiburg 2011, ISBN 978-3-451-30584-9.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ ambasciata tedesca[collegamento interrotto], Comunicato stampa, 18 novembre 2010.
  2. ^ Vom Paradies in die Hölle und zurück, Die Zeit, 36/2001.
  3. ^ "Bollwerk gegen den Zeitgeist", FOCUS Magazin, 28 giugno 2004.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF (EN67392592 · ISNI (EN0000 0000 2552 0409 · LCCN (ENn84234228 · GND (DE124180868