Giovanni Cerri

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Giovanni Cerri (Casacalenda, 12 marzo 190016 luglio 1970) è stato un poeta italiano, uno dei maggiori poeti dialettali del Molise assieme a Eugenio Cirese e Michele Cima.

Gran parte della vasta produzione poetica è ancora inedita, poiché in vita ha pubblicato soltanto "I Guaie", una raccolta di liriche in dialetto edita nel 1959 e ripubblicata postuma nel 1978. Compare anche in due raccolte antologiche di poeti molisani.

Ha scritto, inoltre, i testi di numerose canzoni popolari in dialetto (musicate in gran parte dal suo grande amico, Adolfo Polisena) che hanno riscosso discreto successo. In particolare, insieme al musicista Lino Tabasso ha scritto "L'amore è bell' a 'ffà", un brano inserito nel documentario "Nasce una speranza", realizzato dall'Istituto Luce. Successivamente, una sua canzone è stata scelta per la colonna sonora del film "Il prezzo dell'onore" e il medesimo brano, arrangiato dall'orchestra della RAI diretta da Piero Umiliani è stato a lungo la sigla del "Gazzettino regionale" del Molise.

A lui ed altri intellettuali molisani è stata intitolata la scuola "Caradonio-Di Blasio e Giovanni Cerri", ricostruita a Casacalenda dopo il terremoto che ha colpito la zona alcuni anni fa.

Pubblicazioni letterarie[modifica | modifica wikitesto]

  • I Guaie, Rebellato, Padova, 1959
  • I Guaie, a cura di Giose Rimanelli, Editrice Marinelli, 1978
  • Poesia dialettale del Molise. Testi e critica', Giambattista Faralli - Sebastiano Martelli, Bonaffini Editore, Isernia, 1993.
  • Letteratura dialettale molisana. Antologia e saggi estetici, vol. I, Mario Gramegna, Campobasso, 1993

Citazioni e frasi celebri[modifica | modifica wikitesto]

« Fatia e guaie / ni struie mai (Fatica e guai / non li distruggi mai) »
Controllo di autorità VIAF: (EN90354181 · SBN: IT\ICCU\SBNV\008527