Gamma Ray

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Gamma Ray
Gamma Ray (band).jpg
I Gamma Ray al termine di un concerto a Barcellona l'11 ottobre 2005.
Paese d'origine Germania Germania
Genere Heavy metal[1][2][3]
Power metal[1][2][3][4]
Speed metal[1][4]
Periodo di attività musicale 1989 – in attività
Album pubblicati 25
Studio 11 + 6 EP
Live 6
Raccolte 4
Sito ufficiale

I Gamma Ray sono un gruppo musicale power metal tedesco, fondato nel 1989 dal chitarrista e cantante Kai Hansen dopo la sua fuoriuscita dagli Helloween.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

La nascita e i primi album[modifica | modifica wikitesto]

Kai Hansen durante il Tuska Open Air Metal Festival del 2005.

Nel 1988, dopo aver pubblicato i primi tre album con gli Helloween (Walls of Jericho e Keeper of the Seven Keys parti I e II), il chitarrista e compositore Kai Hansen decise di lasciare la band. Inizialmente aiutò i Blind Guardian nella realizzazione di alcuni lavori in studio. Infine decise di dare vita ad un suo progetto con i suoi vecchi amici Ralf Scheepers, alla voce, e Uwe Wessel al basso, avvalendosi della collaborazione del batterista Mathias Burchardt. Fu così che nacquero i Gamma Ray e, senza sorpresa da parte di nessuno, il loro sound fu molto vicino a quello degli stessi Helloween.

La carriera dei Gamma Ray si dimostrò ben presto di incredibile successo; Hansen divenne ad un certo punto il chitarrista principale, il cantante ed il compositore di musica e testi.

Con la formazione iniziale pubblicarono nel febbraio del 1990 l'album Heading for Tomorrow, seguito dal live Heading for the East (registrato dal vivo a Tokyo durante il tour di supporto al disco d'esordio) dove fanno la loro comparsa il secondo chitarrista Dirk Schlächter, e Uli Kusch alla batteria (in sostituzione di Burchardt).

Nel 1991 fu pubblicato il loro secondo lavoro, Sigh No More, e ad ottobre iniziò un tour mondiale di 50 date.

Il terzo album, Insanity and Genius, venne pubblicato nel 1993 con due nuovi membri: Thomas Nack sostituì Uli alla batteria, mentre Jan Rubach sostituì Uwe al basso.

A settembre i Gamma Ray, assieme ai Rage, agli Helicon e ai Conception, si imbarcarono nel tour Melodic Metal Strikes Back. Questa impresa contribuì notevolmente alla pubblicazione a dicembre del loro doppio CD Power of Metal, e ai video clip Power of Metal e Lust for Live.

Land Of The Free: Kai alla voce[modifica | modifica wikitesto]

Durante la pianificazione del quarto album della band, Hansen e Schlächter si preoccuparono del fatto che Scheepers vivesse molto distante da Amburgo, e a quanto questo ostacolo rischiasse di mettere un freno alla produzione del lavoro. Dal momento che Scheepers fece un'audizione per ottenere il ruolo di cantante nei Judas Priest, quando si presentò l'opportunità di considerare il suo allontanamento dal gruppo una soluzione, Hansen gli chiese se restare con i Gamma Ray fosse veramente la cosa giusta da fare. Decisero quindi di comune accordo di dividere le proprie strade, senza rancore da ambo le parti; Scheepers lasciò la band e così Hansen prese il ruolo, oltre che di chitarrista, anche di cantante.

Nel 1995 fu pubblicato il quarto album, Land of the Free, il primo con alla voce Kai Hansen e la partecipazione di Michael Kiske su 2 brani (Land of the Free e Time to Break Free) e dell'amico Hansi Kürsch (Farewell e Land of the Free). La critica di tutto il mondo fu entusiasta, tanto che il disco viene tuttora considerato il miglior lavoro della band. Il tour seguente (Men on a Tour) portò alla pubblicazione nel 1996 dell'album live Alive '95.

La nuova formazione e la fine degli anni '90[modifica | modifica wikitesto]

Nel 1996 lasciarono la band Jan Rubach e Thomas Nack (tornando entrambi alla band che avevano lasciato precedentemente, gli Anesthesia), e arrivò il nuovo batterista Dan Zimmermann. Schlächter decise di lasciare la chitarra e di prendere in mano il basso. Henjo Richter ebbe il ruolo di seconda chitarra. Questa formazione dei Gamma Ray durò ben 16 anni, ovvero fino al 2012.

Partì il lavoro per il disco successivo, ed il 1997 vide la pubblicazione di Somewhere Out in Space, che diede il via all'interesse da parte della band per il tema dello spazio. Dopo due anni di tour arrivò l'album Powerplant, che fu una continuazione dei temi della precedente pubblicazione, imboccandone però una nuova direzione musicale. L'album fu fortemente acclamato in tutto il mondo.

Venne il momento di realizzare un "Best Of...", e Hansen decise di fare le cose in modo diverso: la band andò in studio per ri-registrare i vecchi classici cantati da Scheepers. Blast from the Past fu il nome scelto per l'album e la scaletta fu scelta con un sondaggio tra i fan: solamente le 3 canzoni più votate per ogni disco, infatti, vennero incluse nella raccolta.

No World Order e gli anni 2000[modifica | modifica wikitesto]

I Gamma Ray annunciarono che sarebbero tornati in studio per la registrazione del loro album successivo; si vociferava che avrebbe avuto un sound classico simile a quello di band come Iron Maiden e Judas Priest.

I Gamma Ray durante l'Agglutination del 2007.

Dopo la pausa, nella quale Hansen si era concentrato sul suo progetto alternativo Iron Savior, la band fu pronta per la registrazione dell'album No World Order, contenente molti riff duri nello stile delle band degli anni ottanta. Il No Order World Tour vide la band impegnata in tutta Europa e in alcuni show in Giappone. Dopo questo impegno la band proseguì con lo Skeletons in the Closet Tour, nel quale inclusero in scaletta canzoni che erano state presentate molto raramente dal vivo. Furono fatte solo poche tappe, ma un paio di queste furono registrate e fu pubblicato l'album Skeletons in the Closet, riconosciuto come il loro miglior album live sino ad oggi.

Il tour dell'Autunno 2003 li vide come band di apertura nelle prime dieci tappe europee del tour degli Iron Maiden (di cui una a Milano e una a Firenze). I Gamma Ray chiamarono quelle tappe Rayzin' Hell With the Beast, e si aggiudicarono ulteriori fan.

Successivamente pubblicarono Majestic, il 26 settembre 2005. La band affermò che con questo disco i fan avrebbero avuto la possibilità di sentire il "lato oscuro" dei Gamma Ray.

È datato invece 19 novembre 2007 Land of the Free II, album che si pone come seguito del celebre disco del 1995, riprendendone alcune tematiche e molte sonorità. Durante il tour di supporto all'album, l'Hellish Tour, Alessio Gori (tastierista e cantante dei Flashback of Anger) divenne il tastierista ufficiale nelle sessioni Live. Il tour vide i Gamma Ray condividere il palco con i vecchi soci di Hansen, Helloween, e con gli Axxis di supporto, e si concluse all'inizio del 2008.

Gli anni recenti[modifica | modifica wikitesto]

Il 9 dicembre 2009 venne annunciato il nome dell'imminente album: To The Metal,[5] disponibile sul mercato dal 29 gennaio 2010. L'album venne commercializzato in differenti versioni, una classica contenente il solo CD, una versione Deluxe con il CD e il DVD contenente The Making of "To The Metal" con copertina differente, una versione in vinile di colore rosso, e una versione contenente il CD e un vinile da 7" con due tracce inedite non presenti nelle altre versioni (in tiratura limitata - la copertina di questo pacchetto è stata personalmente autografata dai membri della band). La band promosse il disco con un tour mondiale chiamato To The Metal Tour.

Durante l'aprile del 2011 la band pubblicò Skeletons & Majesties, un EP contenente le versioni ri-registrate di Hold Your Ground e Brothers (con un inedito Kai Hansen alla voce) e le versioni acustiche dei classici Rebellion in Dreamland e Send Me a Sign. Partì quindi un mini tour in promozione al nuovo singolo e le date di Pratteln e Bochum vennero riprese per la futura produzione di un DVD. Durante il mini tour la band eseguì canzoni che i fan votarono tramite un sondaggio sul sito ufficiale, e vennero proposte parecchi brani mai suonati dal vivo ed altri mai proposti con Kai Hansen alla voce. Nell'Autunno 2012 uscì quindi la versione in CD e DVD di questo live-album.

I Gamma Ray parteciparono inoltre al Festival Wacken Open Air, svoltosi dal 2 al 4 agosto 2012.

Ad inizio settembre del 2012 i Gamma Ray annunciarono la (amichevole) dipartita dello storico batterista Dan Zimmermann, che venne ufficialmente sostituito dal compatriota Michael Ehré; quest'ultimo già subentrato durante tutti i più recenti concerti del 2012. Inoltre, dichiararono di essere già al lavoro su del materiale inedito,e che avrebbero pubblicato un nuovo album nei primi mesi del 2013. A febbraio di quest'anno,infatti, annunciarono l'uscita di Master Of Confusion, un EP della durata di circa 60 minuti, contenente due nuove tracce registrate in studio (Master Of Confusion e Empire Of The Undead), due cover (Death Or Glory degli Holocaust e Lost Angel degli Sweet) e sei vecchi brani registrati dal vivo a Bochum durante l'ultimo tour, già presenti nella versione DVD di Skeletons & Majesties ma non in quella in CD.[6]

Durante il mese di febbraio 2013 la band partì per un tour mondiale, di nuovo assieme agli Helloween, riprendendo quello che era stato chiamato Hellish Rock Tour nel 2007. Durante le interviste, la band ha rivelato che il nuovo album si sarebbe chiamato Empire Of The Undead, e che sarebbe stato pubblicato nei primi mesi del 2014.

Il 18 novembre 2013, mentre si trovava con gli Helloween in tour in Sudamerica, la band venne sconvolta dalla notizia che l'edificio industriale situato nel quartiere Hammerbrook di Amburgo dove avevano sede, oltre a varie associazioni culturali, gli Hammer Studios di proprietà di Kai Hansen e Dirk Schlächter, fu vittima di un gigantesco rogo. Lo studio di registrazione (300 ), frutto di più di vent'anni di investimenti e sacrifici da parte di Kai Hansen e dei Gamma Ray, andò completamente distrutto e con esso gran parte della strumentazione della band. Nonostante questo, un mese più tardi, lo stesso Kai annunciò tramite un video su Facebook che la band era ancora al lavoro sul nuovo album, che sarebbe uscito nei tempi previsti e sarebbe stato accompagnato da un tour promozionale con tappa a Roma il 31 marzo e a Trezzo sull'Adda il 1º aprile. Come gruppo di supporto suonarono gli italiani Rhapsody of Fire, e il 1º aprile 2014 uscì il nuovo album in studio dei Gamma Ray: Empire Of The Undead. Durante il mese di aprile 2014, a Kai Hansen venne diagnosticata una bronchite che gli impedì di cantare: per le ultime date europee del tour in corso, venne sostituito alla voce da Fabio Lione dei Rhapsody of Fire e da Tobias Sammet (Edguy, Avantasia), da sempre grande amico di Kai.

Nell'Ottobre 2015 venne annunciato che Frank Beck sarebbe diventato il nuovo cantante della band; ciò avrebbe infatti permesso a Kai di avere più libertà sul palco e avrebbe fatto fronte alla sua impossibilità di sostenere concerti per via del peggioramento della voce.

Il 14 novembre 2016 venne svelato che, la recente formazione degli Helloween tra il 2017 e il 2018 sarebbe stata accompagnata dai membri storici Kai Hansen e Michael Kiske per un tour mondiale denominato Pumpkins United World Tour[7]. Nello stesso giorno venne annunciato che Henjo Richter e Michael Ehré avrebbero preso parte al progetto Unity[8].

Formazione[modifica | modifica wikitesto]

Attuale[modifica | modifica wikitesto]

Ex componenti[modifica | modifica wikitesto]

Cronologia dei Componenti[modifica | modifica wikitesto]

Discografia[modifica | modifica wikitesto]

Album[modifica | modifica wikitesto]

EP[modifica | modifica wikitesto]

Live[modifica | modifica wikitesto]

Raccolte[modifica | modifica wikitesto]

Box set[modifica | modifica wikitesto]

Singoli[modifica | modifica wikitesto]

  • 1989 - Space Eater
  • 1990 - Heaven Can Wait/Mr.Outlaw
  • 1990 - Who Do You Think You Are?
  • 1991 - The Spirit
  • 1991 - Werbegeschenk
  • 1993 - Future Madhouse
  • 1995 - Rebellion In Dreamland
  • 1997 - Valley of the Kings Single
  • 1999 - It's a Sin
  • 2001 - Heaven or Hell
  • 2010 - To the Metal
  • 2014 - Avalon
  • 2014 - Time for Deliverance
  • 2014 - Pale Rider
  • 2014 - I Will Return

Split[modifica | modifica wikitesto]

Videografia[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autorità VIAF: (EN149712616 · ISNI: (EN0000 0001 0726 5034 · GND: (DE10298062-7 · BNF: (FRcb13956922d (data)
Metal Portale Metal: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Metal