Galleggiante (fisica)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Principio di Archimede applicato ad un cubo immerso in un fluido.

Un galleggiante è un corpo che si trovi nella condizione di galleggiare su un liquido, cioè di emergere parzialmente dalla superficie del fluido in condizione di equilibrio tra la forza peso e la spinta verticale ricevuta concordemente al principio di Archimede[1].

La parte immersa del galleggiante prende il nome di carena e l'intersezione tra il volume del galleggiante e quello del fluido descrive una superficie chiamata superficie di galleggiamento, la cui proiezione sul piano orizzontale è detta figura di galleggiamento.

Appartengono alla famiglia dei galleggianti un gran numero di corpi, dai più grandi e complessi come le navi e le imbarcazioni ai più semplici galleggianti utilizzati nella pesca o come parti di meccanismi complessi.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Galleggiamento, su youmath.it, 5 maggio 2021.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]