Francisco Rivera

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
bussola Disambiguazione – Se stai cercando il calciatore spagnolo, vedi Francisco Rivera Miltos.

Francisco Rivera Pérez, soprannominato Paquirri (Barbate, 5 marzo 1948Cordova, 26 settembre 1984), è stato un torero spagnolo.

Morì per una cornata ricevuta dal toro Avispado nell'arena di Pozoblanco.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Figlio d'arte, divenne torero nel 1966. Si sposò con Carmen Ordóñez, figlia del celebre matador Antonio Ordóñez, e in seconde nozze con la cantante Isabel Pantoja. Ebbe due figli con la prima moglie e uno con la seconda.

Morte[modifica | modifica wikitesto]

Il 26 settembre 1984 nell'arena di Pozoblanco in una corrida con El Yiyo e El Soro, fu ferito dal toro Avispado. La cornata gli ruppe le vene iliaca, femorale e safena. Le telecamere registrarono l'evento, incluse le scene del torero che parla mentre viene medicato. Paquirri ancora cosciente spiegava al dottor Eliseo Morán la dimensione e la traiettoria della ferita:

«Dottore, voglio parlarle. La cornata è forte: ha almeno due traiettorie, una di qua e l'altra di là. Apra tutto quello che deve aprire, il resto è nelle sue mani. E tranquillo, dottore».[1]

L'emorragia non poté essere contenuta per le limitazioni dell'infermeria dell'arena e il torero morì mentre veniva trasportato all'ospedale militare di Córdoba, su un'ambulanza convenzionale e sulla pessima strada tra la città e Pozoblanco. La sua morte fece cambiare la legge, che obbligò le arene a dotarsi di strutture mediche adeguate.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Patricia Navarro. «'Tranquilo, doctor'. Las palabras del torero que conmovió a España». La Razón (España)|La Razón. 20 de septiembre de 2009 (pp. 76–77).

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]