Emotivi anonimi

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Emotivi anonimi
Emotivi anonimi.png
Isabelle Carré e Benoît Poelvoorde in una scena del film
Titolo originale Les Émotifs anonymes
Lingua originale francese
Paese di produzione Francia, Belgio
Anno 2010
Durata 80 min
Colore colore
Audio sonoro
Genere commedia, sentimentale
Regia Jean-Pierre Améris
Sceneggiatura Jean-Pierre Améris, Philippe Blasband
Produttore Nathalie Gastaldo, Philippe Godeau
Fotografia Gérard Simon
Montaggio Philippe Bourgueil
Musiche Pierre Adenot
Scenografia Sylvie Olivé
Costumi Nathalie du Roscoat
Interpreti e personaggi
Doppiatori italiani
Premi

Emotivi anonimi (Les Émotifs anonymes) è un film del 2010 diretto da Jean-Pierre Améris. Ha ricevuto il premio Magritte alla migliore coproduzione straniera.

Trama[modifica | modifica wikitesto]

Angélique Delange è una maestra cioccolataia con un forte disturbo emotivo: ha paura di tutto, e frequenta un gruppo di sostegno per persone come lei chiamato Emotivi Anonimi. Jean-René, che possiede una piccola fabbrica di cioccolato, ha anche lui paura di molte cose, ma soprattutto è terrorizzato dalle donne e soprattutto dall'intimità con loro.

Nel tentativo di superare le sue paure, Angélique si presenta per un lavoro presso la fabbrica di cioccolato di Jean-René, che la assume come rappresentante di vendita. Angélique pensa stiano cercano una cioccolataia, ma quando scopre il vero ruolo che dovrà ricoprire si sente mancare perché parlare con le persone è sempre stato un grande problema per lei.

Quando si accorge che l'azienda fallirà se non migliorano la qualità del cioccolato, la donna aiuta i dipendenti a fare una nuova qualità di cioccolato. Il cioccolato ha un notevole successo presso la loro cliente maggiore e Angélique e Jean-René vanno ad una fiera internazionale del cioccolato per pubblicizzare i loro prodotti. Nell'hotel viene data loro per errore una camera matrimoniale. In breve i due si innamorano, ma hanno notevoli difficoltà di esprimere i loro sentimenti, sviluppando la loro relazione a causa delle loro paure. I due passano la notte insieme facendo l'amore e quando Angélique esprime il desiderio di sposarsi e avere figli, Jean-René scappa dall'albergo in preda al panico. Quando torna, lei è già andata via, intenzionata a non tornare più a lavoro.

Il cioccolato di Angelique vince il premio come miglior prodotto alla fiera, e la fabbrica ha già molte ordinazioni. Un gruppo di operai accompagna Jean-René a casa di Angélique, che la segue verso la sala dove si riuniscono gli Emotivi Anonimi: sedutosi nel gruppo, lui le rivela che la ama e vuole sposarla, ma lei tentenna Il suo gruppo di sostegno la incita a buttarsi e seguire i suoi sentimenti. Così si riconciliano e tentano di sposarsi, ma fuggono per la paura perfino il giorno delle nozze, questa volta insieme.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

cinema Portale Cinema: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di cinema