Eagle Eye

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Eagle Eye
EagleEye-2008.png
Shia LaBeouf e Michelle Monaghan in una scena del film
Titolo originale Eagle Eye
Paese di produzione USA
Anno 2008
Durata 118 min
Colore colore
Audio sonoro
Rapporto 2,35:1
Genere azione, thriller
Regia D.J. Caruso
Soggetto Dan McDermott
Sceneggiatura John Glenn, Travis Adam Wright, Hillary Seitz, Dan McDermott
Produttore Alex Kurtzman, Roberto Orci, Patrick Crowley
Produttore esecutivo Steven Spielberg, Edward L. McDonnell
Casa di produzione DreamWorks
Distribuzione (Italia) Universal Pictures
Fotografia Dariusz Wolski
Musiche Brian Tyler
Scenografia Tom Sanders
Costumi Marie-Sylvie Deveau
Interpreti e personaggi
Doppiatori originali
Doppiatori italiani

Eagle Eye è un film del 2008 diretto da D.J. Caruso, con protagonisti Shia LaBeouf e Michelle Monaghan. Ispirato al racconto di Isaac Asimov Tutti i guai del mondo, il film nasce da un'idea di Steven Spielberg.

Trama[modifica | modifica sorgente]

Jerry Shaw è un giovane spiantato che ha da poco affrontato la morte misteriosa del fratello gemello. Rientrato a casa, riceve la telefonata di una donna, a lui sconosciuta, che lo invita ad uscire immediatamente dalla sua abitazione, perché l'FBI farà presto irruzione. Catturato, il ragazzo verrà accusato di terrorismo. Parallelamente la stessa cosa capita alla madre single Rachel Holloman. Responsabile di tutto ciò è ARIA, un supercomputer creato dal governo per proteggere l'america da ogni nemico.

Avendo ordinato, settimane prima, il Presidente degli Stati Uniti un raid aereo in un paese afgano, che ha ucciso più innocenti che terroristi, il mondo arabo era insorto con diversi attentati sul suolo americano. Il computer ARIA, il cui unico scopo è la difesa della nazione, aveva dunque valutato che lo stesso Presidente è un pericolo per la nazione, così aveva iniziano le mosse per eliminarlo, servendosi di Rachel (che senza saperlo porterà al parlamento una potentissima bomba che si attiva tramite impulsi sonori) e Jerry (il fratello gemello di questi infatti era uno dei programmatori di ARIA che, avendo scoperto il piano, aveva posto al computer un blocco al computer che solo lui, o una persona identica a lui, potevano togliere)

Jerry e Rachel si ritroveranno, loro malgrado, coinvolti con i macchinosi piani del computer che ha accesso e usa ogni sorta di macchina per poterli portare avanti, eliminando chiunque si metta sulla sua strada.

Produzione[modifica | modifica sorgente]

La sceneggiatura del film è stata scritta da Dan McDermott basandosi su un'idea originale di Steven Spielberg, che a sua volta si ispirò al racconto di Isaac Asimov Tutti i guai del mondo. In seguito la DreamWorks avviò la pre-produzione cercando di coinvolgere Spielberg come potenziale regista della pellicola, ma il regista declinò l'offerta perché troppo impegnato nella lavorazione di Indiana Jones e il regno del teschio di cristallo.

Per dirigere il film fu assunto D.J. Caruso e Spielberg rimase nel progetto come produttore esecutivo. Nel giugno del 2007 fu scelto il protagonista, l'attore Shia LaBeouf che aveva già lavorato con Caruso nel film del 2007 Disturbia. In entrambi i casi è stato Steven Spielberg a richiedere con insistenza il suo attore pupillo. Poco prima dell'avvio della produzione la sceneggiatura fu riscritta da un team di sceneggiatori.

Le riprese del film sono iniziate a Chicago il 6 novembre 2007 e sono terminate nel febbraio 2008. Nella versione originale del film la voce del supercomputer ARIA è di Julianne Moore.

Distribuzione[modifica | modifica sorgente]

Il film è uscito negli Stati Uniti il 26 settembre 2008, in Italia è stato distribuito dalla Universal Pictures a partire dal 20 febbraio 2009. È stato anche trasmesso in televisione in prima serata su Italia 1 il 1 novembre 2011.

Incassi[modifica | modifica sorgente]

In Italia la pellicola ha avuto un pessimo incasso, pari a 156,953 euro. Nel resto del mondo, invece, si è rivelato discreto con un incasso di quasi 180,000,000 di dollari.

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]

cinema Portale Cinema: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di cinema