Discussioni template:Occitania-amministrativa

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Fatemi capire, se qualcuno facesse il Template "Suddivisioni amministrative della Padania" verrebbe ammesso in tutte le pagine delle province e delle regioni del Nord-Italia? Tanto più che ce lo si ritrova al fondo della pagina Vallate occitane, le quali non sono mai state amministrativamente autonome, né amministrativamente occitane, se non alcuni villaggi di alta valle ai tempi degli Escartons. Se si vuole fare un template di tutte le zone occitanofone, allora non si mette l'attributo "amministrativo", ma appunto uno più adatto riferito alla lingua.--Toislex (msg) 02:11, 11 set 2015 (CEST)

Va bene, the empire strikes back. Occitania non esiste, da 1549[1]... Pauròt. --Jfblanc (msg) 18:48, 11 set 2015 (CEST)
Senta, non è che c'è tanto da discutere. Se lo stato esiste, ha delle suddivisioni amministrative sue, se lo stato non è al momento indipendente, le suddivisioni amministrative non sono sue.
Le suddivisioni amministrative francesi/spagnole/italiane in cui si parla occitano non sono suddivisioni amministrative occitane (lo sarebbero se l'Occitana fosse uno stato indipendente), né le suddivisioni linguistiche occitane (perché quelli sono i vari dialetti). Quindi questo template rappresenta la distribuzione delle varietà dell'occitano nelle province e aree geografiche della Francia, della Spagna e dell'Italia.
Quindi non è corretto il template così come piace a lei, e se lei insiste perché ha delle rivendicazioni politiche da fare, stia alla larga dalla redazione di enciclopedie.--Toislex (msg)
    • ^ "Egli tutto pien d'ira Carlo attacò il fuoco, e spianò Narbona, Agate, Nemauso, e Biterra nobile Colonia de' Settumani, onde pare che hauesse tutta quella contrada il nome, che alhora si chiamava Settimania, & hora (come s'è gia detto) in uece di Gotticana, è chiamata Ocitania." Historia delle cose di Francia, raccolte fedelmente da Paolo Emilio da Verona, e recata hora a punto dalla Latina in questa nostra lingua Volgare, Venezia: Michele Tramezzino; 1549. en linha (imatges 144-145) e tanben