Discussione:Indice dei prezzi al consumo

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search

Sarebbe buona cosa che chi interviene su una voce spiegasse il senso di quello che fa. In particolare, ho tolto "citazione necessaria" dall'inciso in cui si afferma che nel calcolo dell'IPCA non si tiene conto di lotto e simili, perché ciò viene chiaramente detto e ripetuto in tutti i documenti dell'ISTAT relativi agli indici dei prezzi. Ho tolto peraltro anche la menzione alle assicurazioni sulla vita, che non mi risultano escluse al pari di lotto e lotterie. Sarebbe utile sapere se chi ha lamentato la mancanza di fonti si riferiva anche a lotto e lotterie oppure solo alle assicurazioni sulla vita. --Leitfaden (msg) 12:59, 9 feb 2009 (CET)Rispondi[rispondi]

Salve,
volevo segnalare che nella sezione "Rilevazione e calcolo" la frase "La media dei prezzi è al netto delle tasse, in questo modo l'indice non corrisponde effettivamente al prezzo al consumo ma al prezzo corrisposto al venditore finale." non sono sicuro che si applichi anche a FOI e NIC, mentre si applica sicuramente all'indicec IPCA-TC (a tassazione costante)
Fonte: FAQ sul sito ISTAT ( https://www.istat.it/it/archivio/16333 ), punto 3 "Da marzo 2012, l’Istat diffonde anche l’indice IPCA a tassazione costante (IPCA-TC), che considera lo stesso paniere e la stessa struttura di ponderazione dell’indice IPCA ma si differenzia da questo per l’utilizzo di indici di prezzo depurati degli effetti dovuti a eventuali cambiamenti delle imposte indirette (Iva, accise e imposte su specifici prodotti)."
Ho provato a fare una ricerca nel PDF disponibile per il download alla voce "metodologia", ma non ho trovato molto.
La fonte riportata nella presente voce tramite Wayback Machine non riporta niente riguardo l'inclusione o meno delle tasse nei prezzi rilevati. --Paolo Del Lungo (msg) 16:05, 26 giu 2022 (CEST)Rispondi[rispondi]