Dialogo del Salvatore

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Dialogo del Salvatore
Dialogue of the Savior.jpg
Manoscritto dell'opera
AutoreAnonimo
1ª ed. originaleII secolo d.C.
Generevangelo
Sottogenereapocrifo, gnostico
Lingua originale copto
PersonaggiGesù, apostoli

Il Dialogo del Salvatore è uno dei testi Apocrifi del Nuovo Testamento, scritto in lingua copta nel II secolo. Il testo rimanente contiene un dialogo tra il Salvatore (Gesù) e alcuni discepoli - in qualche modo simile, o possibilmente basata, sul Vangelo di Tommaso - espone la cosmologia gnostica, con qualche accenno antifemminista.

Ritenuto perduto, ne è stata ritrovata una sola versione pesantemente danneggiata - il Codice coptico - con lacune tra i Codici di Nag Hammâdi nel 1945.

Non va confuso con altri testi considerati apocrifi, come il Vangelo del Salvatore e il Libro del Salvatore.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

  • (EN) Voce dal sito earlychristianwritings.com
  • (EN) Traduzione inglese a cura di Stephen Emmel, dal sito gnosis.com