Detritivori

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search

I detritivori sono organismi decompositori (ad esempio i molluschi polmonati e bivalvi, i vermi, gli artropodi, i pesci) che rivestono una particolare importanza nel processo di decomposizione, in quanto sono frantumatori di particelle organiche.

A differenza di altri decompositori, come funghi e batteri, che si nutrono di componenti molecolari, sono in grado di ingerire pezzi degli organismi in decomposizione.

Questi organismi in teoria si nutrono di molecole organiche situate sul substrato, quindi sui detriti, ma in pratica digeriscono anche microrganismi, o parti defecate da altri animali

Caratteri generali • Gli apparati digerenti dei deposivori non sono specializzati con una tendenza allo sviluppo di intestini lunghi. • La raccolta può non richiedere strutture specializzate. In sipinculidi, echiuridi, oloturie ecc. sono presenti lobi o tentacoli specializzati, dotati di ciglia che sono mossi sul sedimento.

. Devono essere manipolate e ingerite grandi quantità di sedimento.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]