Descrizione

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

La descrizione (dal latino descriptio[1], in inglese description) è l'atto di rappresentare con parole una determinata realtà[2].
Il concetto di descrizione può essere visto da un punto di vista epistemologico[3], cognitivo[4], scientifico, informatico[5], della filosofia del linguaggio[6], archivistico[7], bibliografico[8], ecc. Lo scopo di un testo "descrittivo" è quello di indicare al lettore o all'ascoltatore le caratteristiche di una certa realtà (persona, cosa, ecc.)[9]. La definizione "scientifica" invece indica la comunicazione di conoscenze che si possono interpretare in un solo modo[10].

Tipi di descrizione[modifica | modifica wikitesto]

Si possono distinguere nel testo diverse tipologie di descrizione. Le prime tipologie descrittive sono la descrizione soggettiva ed oggettiva. La descrizione oggettiva è denotativa, cioè la cosa o la persona viene descritta in modo impersonale, ovvero basandosi su dati che tutti possono constatare e non inserendo nulla di personale. La descrizione soggettiva, invece, è connotativa, la persona o la cosa viene descritta secondo valutazioni personali[11], quindi inserendo sensazioni, opinioni e impressioni della stessa persona che descrive. Vi sono, poi, le descrizioni psicologiche, fisiche e momentanee. Si dice di descrizione psicologica un testo descrittivo che raccoglie informazioni sul carattere del soggetto interessato, delineandone tratti comportamentali, azioni abitudinarie, il suo comportamento ecc.

La descrizione fisica, al contrario, non dà importanza al carattere, ma all'aspetto della persona, animale o cosa interessata. Ne descrive tutti i dati del corpo, analizza il soggetto dalla testa ai piedi e sottolinea i dati più rilevanti che riguardino l'aspetto fisico. La descrizione momentanea indica ciò che l'uomo, animale o cosa che stiamo osservando faccia in quel preciso momento in cui l'osserviamo. Non è molto raro trovarne una, ma in genere non è molto curata e a volte è solo abbozzata. Infine, esiste un ultimo tipo di descrizione: la descrizione ambientale. Essa analizza con cura un ambiente particolare, inserendo cosa c'è o cosa manca e descrivendone tutti i dati interessanti.

Testo oggettivo

Maria ha 43 anni, è alta 1,65, ha i capelli lunghi neri, gli occhi color nocciola e porta gli occhiali a causa della sua miopia, è di corporatura robusta, la sua carnagione è chiara, il suo viso è ovale con rughe. Professoressa di matematica, insegna al Liceo Scientifico Augusto di Roma. È sposata da 15 anni ed ha tre figli, Michele, Lucio e Federico. Ogni mattina alle 7:30 porta a passeggio il suo cane dopo di che prende la sua auto dal garage, aspetta i suoi figli che scendano, poi accompagna ciascuno di loro nelle rispettive scuole e poi si reca anche lei a scuola dove insegna.

Testo soggettivo

Maria ha 43 anni, non è molto alta ed è paffutella, ha i capelli neri corvini nei quali ha sempre un fermaglio, ha gli occhi color nocciola e porta dei fantastici occhiali. Ha un viso ovale con delle piccolissime rughe. Lei è una bravissima insegnante di matematica, i suoi alunni l'adorano, ed è sposata felicemente con il mio papà da ben 15 anni, con il quale ha tre Figli: Michele, lucio e il terribile Federico. Ogni mattina si sveglia molto presto per poter portare il suo grazioso cagnolino a fare una passeggiata. Torna a casa, prende la sua macchina un po' rotta e amorevolmente porta i suoi figli a scuola. Poi anche lei va al Liceo Scientifico, nel quale insegna la temuta matematica!

Note[modifica | modifica wikitesto]

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Amedeo Benedetti, Le descrizioni d'ambiente nel romanzo otto/novecentesco, in "Otto/Novecento", a. XXXIV, n. 3, settembre / dicembre 2010, pp. 133-148.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Letteratura Portale Letteratura: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di letteratura