Coppa Intercontinentale 1993

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Coppa Intercontinentale 1993
Toyota Cup 1993
Competizione Coppa Intercontinentale
Sport Football pictogram.svg Calcio
Edizione 32ª
Organizzatore UEFA e CONMEBOL
Date 12 dicembre 1993
Luogo Tokyo, Giappone
Partecipanti 2
Impianto/i National Stadium
Risultati
Vincitore San Paolo
(2º titolo)
Statistiche
Miglior giocatore Brasile Toninho Cerezo
Cronologia della competizione
Left arrow.svg 1992 1994 Right arrow.svg

La Coppa Intercontinentale 1993 (denominata anche Toyota Cup 1993 per ragioni di sponsorizzazione) è stata la trentaduesima edizione del trofeo riservato alle squadre vincitrici della Coppa dei Campioni e della Coppa Libertadores.

Avvenimenti[modifica | modifica wikitesto]

L'edizione del trofeo (l'ultima a venire disputata a mezzogiorno (ora di Tokyo), quando in Italia erano le 4 del mattino) vide contendersi il titolo i campioni in carica del San Paolo e gli italiani del Milan: quest'ultima squadra partecipò alla competizione in sostituzione dei campioni d'Europa dell'Olympique Marsiglia, i quali vennero esclusi dal torneo in base alle squalifiche derivanti dallo scandalo conosciuto come Affaire VA-OM[1].

L'approdo alla finale della squadra milanese è condizionato da un equivoco legislativo riguardante la posizione di Savićević[2], che espulso nel match di due anni prima (quando militava nella Stella Rossa) viene ritenuto non schierabile da Capello a causa di una errata comunicazione da parte della Uefa. Nonostante l'organismo abbia in seguito rettificato la propria posizione, consentendo a Savićević di partecipare alla partita, l'allenatore dei rossoneri sceglie comunque di escluderlo dai convocati per la trasferta in terra giapponese, schierando solamente tre stranieri ed affidando proprio ad uno di questi, l'incontrista Desailly, il ruolo di regista[1].

L'atteggiamento inizialmente attendista adottato dal tecnico brasiliano Telê Santana vede prevalere nella parte iniziale dalla partita il Milan, che coglie una traversa dopo pochi minuti con Massaro. Dopo 19 minuti Palhinha raccoglie un cross di Cafu e regala di testa il vantaggio al team brasiliano, anticipando Alessandro Costacurta.

L'inizio della ripresa vede la squadra meneghina raggiungere subito il pareggio grazie a Massaro, su assist di Papin. 11 minuti più tardi è Albertini a farsi anticipare da Cerezo per il nuovo vantaggio paulista. Al minuto 81 Papin riporta il punteggio sul 2-2 e l'incontro sembra destinato a concludersi ai supplementari, anche a causa delle numerose energie profuse dalle due squadre. Quando mancano solo 4 minuti al termine dei tempi regolamentari però un passaggio filtrante di Cerezo causa una goffa uscita di Rossi, che ribatte la palla sui piedi dell'attaccante Müller, che mette così la sua firma sul definitivo vantaggio della sua squadra.

Il trofeo fu così vinto nuovamente dai brasiliani, che con questo successo divennero l'ultima compagine a vincere la competizione per due edizioni consecutive; considerando la Coppa del mondo per club FIFA, che dal 2005 ha preso il posto della Coppa Intercontinentale, questo risultato è rimasto ineguagliato fino al 2017, quando tale record fu eguagliato dal Real Madrid. Cerezo, autore di una rete e di un assist, fu nominato miglior giocatore della partita[3].

Tabellino[modifica | modifica wikitesto]

Tokyo
12 dicembre 1993, ore 12:00 UTC+9
Milan Flag of Italy.svg2 – 3Flag of Brazil.svg San PaoloStadio Nazionale di Tokyo (52.275 spett.)
Arbitro: Francia Joël Quiniou

Manica sinistra
Manica sinistra
Maglietta
Maglietta
Manica destra
Manica destra
Pantaloncini
Calzettoni
Calzettoni
Milan
Manica sinistra
Maglietta
Maglietta
Manica destra
Pantaloncini
Pantaloncini
Calzettoni
Calzettoni
São Paulo
Milan
P 1 Italia Sebastiano Rossi
D 2 Italia Christian Panucci
D 3 Italia Paolo Maldini
C 4 Italia Demetrio Albertini Uscita al 79’ 79’
D 5 Italia Alessandro Costacurta
D 6 Italia Franco Baresi (C)
C 7 Italia Roberto Donadoni
C 8 Francia Marcel Desailly
A 9 Francia Jean-Pierre Papin Ammonizione
C 10 Italia Daniele Massaro
A 11 Romania Florin Răducioiu Uscita al 79’ 79’
Sostituzioni:
D 13 Italia Mauro Tassotti Ingresso al 79’ 79’
C 16 Italia Alessandro Orlando Ingresso al 79’ 79’
Allenatore:
Italia Fabio Capello
San Paolo
P 1 Brasile Zetti
D 2 Brasile Cafu
D 3 Brasile Válber
D 4 Brasile Ronaldão (C) Ammonizione
C 5 Brasile Doriva
D 6 Brasile André
A 7 Brasile Müller
C 8 Brasile Dinho
A 9 Brasile Palhinha Uscita al 64’ 64’
C 10 Brasile Leonardo
C 11 Brasile Cerezo Ammonizione Man of the match
Sostituzioni:
C 15 Brasile Juninho Ingresso al 64’ 64’
Allenatore:
Brasile Telê Santana

Verdetti[modifica | modifica wikitesto]

Miglior giocatore[modifica | modifica wikitesto]

Giocatore Squadra
1rightarrow.png Brasile Toninho Cerezo[4] San Paolo

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b Carlo F. Chiesa, Regine del mondo - La storia della Coppa Intercontinentale, in Calcio 2000, nº 27, febbraio 1999, p. 75.
  2. ^ L Granello, SAVICEVIC PRESENTE, MA INGIUSTIFICATO, in Repubblica.it, 10 dicembte 1993. URL consultato il 21 maggio 2018.
  3. ^ Chiesa, pp. 76
  4. ^ (EN) Toyota Cup - Most Valuable Player of the Match Award, rsssf.com

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Calcio Portale Calcio: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di calcio