Coppa Intercontinentale 1990

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Coppa Intercontinentale 1990
Toyota Cup 1990
Competizione Coppa Intercontinentale
Sport Football pictogram.svg Calcio
Edizione 29ª
Organizzatore UEFA e CONMEBOL
Date 9 dicembre 1990
Luogo Tokyo, Giappone
Partecipanti 2
Impianto/i National Stadium
Risultati
Vincitore Milan
(3º titolo)
Statistiche
Miglior giocatore Paesi Bassi Frank Rijkaard
Cronologia della competizione
Left arrow.svg 1989 1991 Right arrow.svg

La Coppa Intercontinentale 1990 (denominata anche Toyota Cup 1990 per ragioni di sponsorizzazione) è stata la ventinovesima edizione del trofeo riservato alle squadre vincitrici della Coppa dei Campioni e della Coppa Libertadores.

Avvenimenti[modifica | modifica wikitesto]

A distanza di un solo anno, il Milan si ripresenta all'atto finale della manifestazione intercontinentale. Di fronte, i paraguayani dell'Olimpia Asunción, vincitori dopo 11 anni della Copa Libertadores.

Costretto a rinunciare a due giocatori importanti come Ancelotti e Evani[1][2] (che con una sua punizione aveva deciso la finale dell'anno precedente), il tecnico rossonero Sacchi dispone Carbone e Stroppa ai lati del centrocampo, a supporto delle punte Van Basten e Gullit.

Al minuto 25 un contrasto nell'area di rigore paraguayana costringe all'uscita anticipata dal campo Maldini (che si rivelerà essersi fratturato la clavicola destra[2]), che viene sostituito da Filippo Galli. La squadra rossonera si dimostra in grado di reggere il pronostico che la vede favorita, e sul finale del primo tempo legittima la superiorità passando in vantaggio grazie ad una rete di Rijkaard, che insacca di testa un cross di Gullit.

La seconda frazione di gioco vede il Milan prendere il possesso del campo e, dopo diciassette minuti, siglare il secondo gol con Stroppa, fortunato a correggere in rete una ribattuta di Almeida su un tiro di Van Basten deviato sul palo. Al minuto 65 l'ennesima percussione del centravanti olandese si conclude con un pallonetto che centra nuovamente il palo; la palla viene colpita in tuffo di testa da Rijkaard, la cui doppietta personale chiude in pratica la partita (nonostante una traversa colta in seguito da Amarilla). Poco dopo, un inserimento di Samaniego, che già aveva impegnato in uscita il portiere rossonero nel primo tempo, costringe Pazzagli ad una difficile parata.

Gli ultimi sforzi non bastano tuttavia all'Olimpia per recuperare lo svantaggio. Il Milan vince così il trofeo intercontinentale per la terza volta (raggiungendo in testa alla speciale classifica delle squadre plurivincitrici le due compagini uruguayane del Peñarol e del Nacional[3]. A Rijkaard, autore della doppietta decisiva, verrà poi consegnato il premio come migliore giocatore della manifestazione[2].

Tabellino[modifica | modifica wikitesto]

Tokyo
9 dicembre 1990, ore 12:00 UTC+9
Milan Flag of Italy.svg 3 – 0
referto
Flag of Paraguay.svg Olimpia Stadio Nazionale di Tokyo (60.228 spett.)
Arbitro Brasile José Roberto Wright

Manica sinistra
Manica sinistra
Maglietta
Maglietta
Manica destra
Manica destra
Pantaloncini
Calzettoni
Milan
Manica sinistra
Manica sinistra
Maglietta
Maglietta
Manica destra
Manica destra
Pantaloncini
Pantaloncini
Calzettoni
Olimpia
Milan
P 1 Italia Andrea Pazzagli
D 2 Italia Mauro Tassotti
D 3 Italia Paolo Maldini Uscita al 25’ 25’
C 4 Italia Angelo Carbone
D 5 Italia Alessandro Costacurta
D 6 Italia Franco Baresi (C)
C 7 Italia Roberto Donadoni Uscita al 82’ 82’
C 8 Paesi Bassi Frank Rijkaard Man of the match
A 9 Paesi Bassi Marco van Basten
A 10 Paesi Bassi Ruud Gullit
C 11 Italia Giovanni Stroppa
Sostituzioni:
D 13 Italia Filippo Galli Ingresso al 25’ 25’
C 14 Italia Gianluca Gaudenzi Ingresso al 82’ 82’
Allenatore:
Italia Arrigo Sacchi
Olimpia
P 1 Paraguay Ever Hugo Almeida
D 2 Paraguay Virginio Cáceres
D 3 Paraguay Mario César Ramírez Uscita al 49’ 49’
D 4 Paraguay Silvio Suárez
D 5 Paraguay Remigio Fernández Ammonizione
C 6 Paraguay Jorge Guasch (C)
C 7 Paraguay Adolfo Jara Heyn Uscita al 67’ 67’
C 8 Paraguay Fermín Balbuena
A 9 Paraguay Raúl Vicente Amarilla
C 10 Paraguay Luis Alberto Monzón
A 11 Paraguay Adriano Samaniego
Sostituzioni:
D 14 Paraguay Herib Chamas Ingresso al 49’ 49’
A 16 Paraguay Cristóbal Cubilla Ingresso al 67’ 67’
Allenatore:
Uruguay Luis Alberto Cubilla

Verdetti[modifica | modifica wikitesto]

Miglior giocatore[modifica | modifica wikitesto]

Giocatore Squadra
1rightarrow.png Paesi Bassi Frank Rijkaard[4] Milan

Curiosità[modifica | modifica wikitesto]

  • Nel 2014 l'esemplare originale della Toyota Cup, trofeo destinato dalla casa automobilistica giapponese sponsor della manifestazione, a Rijkaard come man of the match della finale ed originariamente conservato presso il Museo di San Siro, è stato messo in vendita dalla celebre casa d'aste Sotheby's. Sul possibile furto è stata aperta un'inchiesta della magistratura italiana[5].

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ L. Marucci, 9 dicembre 1990, il Milan conquista la Coppa Intercontinentale battendo l'Olimpia Asuncion, su tuttomercatoweb.com. URL consultato il 14 maggio 2018.
  2. ^ a b c Carlo F. Chiesa, Regine del mondo - La storia della Coppa Intercontinentale, in Calcio 2000, nº 27, febbraio 1999, p. 74.
  3. ^ A. Bortolotti e S. Lo Presti, Calcio - Competizioni per Club, su treccani.it. URL consultato il 14 maggio 2018.
  4. ^ (EN) Toyota Cup - Most Valuable Player of the Match Award, rsssf.com
  5. ^ L. Ferrarella, Milan, mistero a Londra: all’asta una Toyota Cup e un Trofeo Bernabeu, in Corriere.it, 9 marzo 2016. URL consultato il 14 maggio 2018.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

  • FIFA Article, su fifa.com. (archiviato dall'url originale il 10 agosto 2009).
Calcio Portale Calcio: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di calcio