Coppa Intercontinentale 1976

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Coppa Intercontinentale 1976
Competizione Coppa Intercontinentale
Sport Football pictogram.svg Calcio
Edizione 16ª
Organizzatore UEFA e CONMEBOL
Date 23 novembre
e 21 dicembre 1976
Partecipanti 2
Risultati
Vincitore Bayern Monaco
(1º titolo)
Cronologia della competizione
Left arrow.svg 1974 1977 Right arrow.svg

La Coppa Intercontinentale 1976 è stata la sedicesima edizione del trofeo riservato alle squadre vincitrici della Coppa dei Campioni e della Coppa Libertadores, dopo la mancata disputa dell'edizione 1975 a causa di un mancato accordo sulle date.

Avvenimenti[modifica | modifica wikitesto]

Saltata l'edizione del 1975 a causa del fallito accordo fra i campioni d'Europa del Bayern Monaco (che nel 1974 avevano rinunciato alla partecipazione) e quelli sudamericani dell'Independiente, nel 1976 la squadra tedesca, che aveva ripetuto per la terza volta la sua affermazione in Coppa dei Campioni, riuscì a trovare l'accordo con i brasiliani del Cruzeiro, fresco vincitore della sua prima Copa Libertadores.

La gara di andata fu giocata all'Olympiastadion di Monaco di Baviera su un campo curiosamente coperto di neve[1], e vide la compagine brasiliana reggere con discreto successo agli assalti del team tedesco (la cui squadra titolare costituiva l'ossatura della Nazionale tedesca campione del mondo due anni prima) fino ai minuti finali, nei quali i sigilli di Müller e di Kapellmann sbloccarono il risultato in favore dei bavaresi.

Nonostante le aspettative, la gara di ritorno disputata in Brasile non fu all'altezza dell'ampio pubblico presente sugli spalti. Poche le idee della squadra di casa, incapace di penetrare lo schieramento difensivo degli ospiti, che venne additittura fischiata dai propri tifosi presenti ad assistere al match[1]. Il pareggio a reti inviolate permise al Bayern di festeggiare la prima affermazione tedesca nel torneo.

Tabellino[modifica | modifica wikitesto]

Andata[modifica | modifica wikitesto]

Monaco di Baviera
23 novembre 1976
Bayern Monaco Flag of Germany.svg 2 – 0
referto
Flag of Brazil.svg Cruzeiro Olympiastadion (22.000 spett.)
Arbitro Argentina Luis Pestarino

Ritorno[modifica | modifica wikitesto]

Belo Horizonte
21 dicembre 1976
Cruzeiro Flag of Brazil.svg 0 – 0
referto
Flag of Germany.svg Bayern Monaco Mineirão (123.715 spett.)
Arbitro Inghilterra Patrick Partridge

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b Carlo F. Chiesa, Regine del mondo - La storia della Coppa Intercontinentale, in Calcio 2000, nº 27, febbraio 1999, p. 67.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Calcio Portale Calcio: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di calcio