Comitato neozelandese per i toponimi antartici

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search

Il Comitato neozelandese per i toponimi antartici (in inglese New Zealand Antarctic Place-Names Committee, NZ-APC) è un comitato consultivo governativo della Nuova Zelanda che ha il compito di proporre e autorizzare nomi per luoghi geografici situati nella Dipendenza di Ross, un'area dell'Antartide rivendicata appunto dalla Nuova Zelanda.

Il comitato, creato nel 1956[1] e formato da membri del Consiglio geografico della Nuova Zelanda e da studiosi specializzati sull'Antartide, lavora in collaborazione con i suoi omologhi dell'Australia, del Regno Unito e degli Stati Uniti d'America in modo da raggiungere un accordo su ogni decisione.[2]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Evans, A., New Zealand Antarctic Place Names Committee, in Antarctic, 5–7, New Zealand Antarctic Society, 1968.
  2. ^ Breisemeister, William A. e Waugh, Douglas V., Antarctica, Taylor & Francis, 1965, p. 98.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]