Cleta

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Nella mitologia greca, Cleta era il nome di una delle più famose Amazzoni, il popolo composto interamente da donne, fra esse ricopriva la carica di nutrice della regina, Pentesilea.

Il mito[modifica | modifica wikitesto]

Nelle vicende dove Licofrone afferma che Cleta prestava aiuto alla vergine armata, si narra che partita con la regina alla volta di Troia, Pentesilea trovò la morte e Cleta decise allora di tornare in patria, durante il viaggio una tempesta colse impreparata la nave su cui viaggiava e attraccò nell'Italia meridionale fondando la città di Cleto.

La donna ebbe un figlio, tale Caulone, e morì in uno scontro con gli abitanti di Crotone non prima di avere fondato la città di Caulonia.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

Fonti[modifica | modifica wikitesto]

Traduzione delle fonti[modifica | modifica wikitesto]

  • Licofrone, Alessandra prima edizione, Milano, Mondadori, 2000, ISBN 88-17-17332-0. Traduzione di Valeria Gigante Lanzara

Moderna[modifica | modifica wikitesto]

  • Pierre Grimal, Enciclopedia della mitologia 2ª edizione, Brescia, Garzanti, 2005, ISBN 88-11-50482-1. Traduzione di Pier Antonio Borgheggiani
Mitologia greca Portale Mitologia greca: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di mitologia greca