City (città)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Downtown di Chicago.

City è un termine in lingua inglese che significa città, e viene utilizzato per indicare il centro storico di una metropoli anglosassone, amministrato da un'entità municipale. Negli Stati Uniti si usa Downtown. In Australia si usa più spesso la sigla CBD, Central Business District, per indicare semplicemente il centro ("per un raggio di duecento metri attorno all'ufficio postale centrale"[senza fonte]), anche in paesi che non hanno lo status di città.

In città il cui sviluppo e la cui importanza hanno soverchiato i comuni limitrofi, può capitare che un'amministrazione di livello superiore gestisca la metropoli omonima. Col nome di Londra infatti si può indicare sia la City of London (di soli 9.200 abitanti per 2,6 km²), che la Grande Londra, che possiede propria amministrazione e raccoglie 33 distretti municipali. Non è così, invece, per esempio, per Sydney: vi sono la city, ufficialmente "City of Sydney", e la "Grande Sydney", la quale però non ha un ente amministrativo proprio, se non durante la parentesi 19451964, quando era attivo il Cumberland County Council.

Downtown di Manhattan.

The City[modifica | modifica sorgente]

L'uso in assoluto più comune dell'espressione the City identifica il centro storico di Londra. Similarmente, espressione come City lawyer (avvocato della City) o City banker (banchiere della City) si riferiscono ad aziende che operano nel mercato o nella city londinesi.

Può essere usato anche per identificare il centro affaristico di città nate in un ambiente culturale anglosassone, come New York, dove con tale espressione spesso si identifica proprio Wall Street, come centro finanziario del paese.[1]

In generale the City viene usato per indicare il centro storico o affaristico di una conurbazione, come in San Francisco. Un esempio particolare sono le Twin Cities, le città gemelle di Saint Paul e Minneapolis in Minnesota, a cui ci si riferisce come the Cities. Negli Stati Uniti la parola city viene associata per il 46,99% delle persone a New York City, per il 4,57% a Chicago, per il 2,6% identifica Boston, il 2,25% invece la capitale federale, Washington, D.C., e l'1,88% Los Angeles. Il rimanente 41,72% si riferisce ad altre città.[2]

Downtown[modifica | modifica sorgente]

Downtown Manhattan, 1931.

Il termine è stato coniato per Manhattan, in particolare per la parte meridionale dell'isola: veniva usata nel 1830 per riferirsi al nucleo originario,[3] poiché tutta la città col tempo si è sviluppata nella zona settentrionale. Durante il XIX secolo il termine venne gradualmente adottato dalle città del nord del continente per riferirsi al centro storico-affaristico.[4] Agli inizi del Novecento downtown rientra nel vocabolario inglese americano per riferirsi al central business district.[5]

A New Orleans, downtown è sinonimo di downriver, ma più spesso al centro affaristico di New Orleans ci si riferisce con la sigla the CBD. In Charlotte, Carolina del Nord, è uptown a descrivere il centro città.

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ City of London
  2. ^ Ricerca dell'Harvard University
  3. ^ Robert M. Fogelson, Downtown: Its Rise and Fall, 1880-1950 (New Haven: Yale University Press, 2003), 10.
  4. ^ Fogelson, 11.
  5. ^ Fogelson, 12.

Voci correlate[modifica | modifica sorgente]