Cascola

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search

La cascola è un fenomeno di caduta precoce e/o anomala dei frutti di una pianta, in genere coltivata[1].

Cause[modifica | modifica wikitesto]

La cascola dei frutti può essere causata da agenti atmosferici che li danneggiano come vento forte, grandine o pioggia. A volte invece la caduta precoce dei frutticini si deve a fitopatie, come ad esempio la ticchiolatura delle pomacee, causata dal fungo Venturia inaequalis. La cascola può essere anche essere provocata artificialmente, ad esempio con fitoregolatori, per migliorare la pezzatura dei frutti rimanenti. In questo caso può essere considerata una tecnica colturale[1]. I prodotti chimici che provocano la cascola vengono definiti cascolanti[2]. In dosi e formulazioni diverse opportune somministrazioni di fitoregolatori possono anche essere utilizzate per ridurre, quando necessario, la cascola dei frutti[3].

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b Vocabolario on-line, Istituto Treccani. URL consultato il 2018-5-5.
  2. ^ cascolante, voce su www.garzantilinguistica.it
  3. ^ F. Andreoli, Frutticoltura, alpi-selvicoltura, genio rurale, REDA, 1988, pp. 225.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Botanica Portale Botanica: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di botanica