Capanna Garzonera

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Capanna Garzonera
Ubicazione
StatoSvizzera Svizzera
Altitudine1 973 m s.l.m.
LocalitàQuinto
CatenaAlpi Lepontine
Coordinate46°29′56.49″N 8°39′41.05″E / 46.499026°N 8.661403°E46.499026; 8.661403Coordinate: 46°29′56.49″N 8°39′41.05″E / 46.499026°N 8.661403°E46.499026; 8.661403
Dati generali
Inaugurazione1982
ProprietàSAT Ritom
GestioneNon gestito
Periodo di aperturaSempre aperto
Capienza20 posti letto
Mappa di localizzazione

La capanna Garzonera è un rifugio alpino situato nel comune di Quinto, nel Canton Ticino, nelle Alpi Lepontine, a 1.973 m s.l.m.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

Fu inaugurata nel 1982, e fu completamente ristrutturata nel 1989.

Caratteristiche e informazioni[modifica | modifica wikitesto]

La capanna è disposta su due piani, con refettorio unico, per un totale di 20 posti letto. sono a disposizione piani di cottura sia a legna che a gas, completi di utensili di cucina. I servizi igienici e l'acqua corrente sono all'interno dell'edificio. Il riscaldamento è a legna. L'illuminazione è prodotta da pannelli solari.

Accessi[modifica | modifica wikitesto]

  • Piotta 1.006 m - Piotta è raggiungibile anche con i mezzi pubblici. - Tempo di percorrenza: 2,30 ore - Dislivello: 900 metri - Difficoltà: T2
  • Giof 1.386 m - Giof è raggiungibile in auto. - Tempo di percorrenza: 1,30 ore - Dislivello: 600 metri - Difficoltà: T2
  • Nante 1.423 m s.l.m. - Nante è raggiungibile anche con i mezzi pubblici - Tempo di percorrenza: 2,15 ore - Dislivello: 500 metri - Difficoltà: T2
  • Lago Tremorgio 1.770 m - Il lago Tremorgio è raggiungibile con la teleferica da Rodi. - Tempo di percorrenza: 4 ore - Dislivello: 200 metri - Difficoltà: T2.

Escursioni[modifica | modifica wikitesto]

  • Lago di Prato (2.055 m) - Tempo di percorrenza: 30 min - Dislivello: 80 metri - Difficoltà: T2.

Traversate[modifica | modifica wikitesto]

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Chiara Brenna, Ticino e Mesolcina. Guida escursionistica, Salvioni Edizioni, Bellinzona 2003.
  • Massimo Gabuzzi, Capanne del Ticino e della Mesolcina, Bellinzona, Salvioni, 2005.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]