Buffer non invertente

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Per buffer non invertente, si intende un amplificatore digitale, la cui uscita presenta lo stesso livello logico applicato all'ingresso. Il termine "buffer" è usato sia in ambito microelettronico (progettazione di microchip) sia nei circuiti elettronici classici. Come tutti i componenti digitali, hanno anche loro la descrizione del funzionamento logico tramite la tabella della verità; eccone una possibile per il buffer non invertente:

Ingresso Uscita
1 1
0 0

Come si vede, il significato logico di questo componente non è altro che confermare il valore in ingresso.

Sembrerebbe un componente che non fornisca alcuna funzionalità. Esso invece è molto importante per quanto riguarda gli aspetti elettrici del circuito nel quale è impiegato: ad es. può provvedere ad amplificare in corrente il segnale in ingresso, permettendone la propagazione su distanze maggiori. o poterlo distribuire ad un elevato numero di porte logiche.

Un uso tipico del buffer è nella sintesi del clock tree.

Simbolo circuitale[modifica | modifica wikitesto]

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]