Bhisma

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Il giuramento di Bhisma, dipinto di Raja Ravi Varma.

Bhisma è uno dei personaggi del poema epico indiano del Mahābhārata. Prozio dei Pandava e dei Kaurava, è uno dei personaggi più forti. Arciere senza pari, in un episodio riuscì perfino a sconfiggere il potente Parashurama.

Morì durante la battaglia di Kurukshetra. Secondo la leggenda[1], sul letto di morte, su richiesta di Yudhisthira, gli dettò l'elenco dei 1000 nomi di Vishnu che compongono oggi l'inno Vishnu sahasranama (I mille nomi di Vishnu), fra i più sacri e salmodiati stotra dell'Induismo.

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ Narrata nel 149esimo capitolo dell'Anushasana Parva del Mahābhārata.

Voci correlate[modifica | modifica sorgente]

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]