Benevolo Dittatore a Vita

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Benevolo Dittatore a Vita, (Benevolent Dictator For Life o BDFL in inglese) è un titolo dato a un piccolo numero di leader di sviluppo software open source, tipicamente fondatori del progetto che mantengono l'ultima parola nelle dispute o negli argomenti all'interno della comunità.

Il termine è stato coniato nel 1995 con riferimento a Guido van Rossum, creatore del linguaggio di programmazione Python.[1][2]

Il Benevolo Dittatore a Vita non deve essere confuso per il termine più comune per i leader open-source, dittatore benevolo, che fu reso popolare da Eric Raymond nel saggio "Colonizzare la noosfera".[3] Tra gli altri temi legati alla cultura hacker, Eric Raymond approfondisce il modo in cui la natura stessa dell'open source costringa la "dittatura" a mantenersi benevola, dato che un forte disaccordo può portare al forking del progetto sotto il dominio di nuovi leader.

Esempi[modifica | modifica wikitesto]

Quello che segue è un elenco di persone che, a volte, sono indicate come Benevoli dittatori per la vita:

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Guido van Rossum, Origin of BDFL, artima.com, 31 luglio 2008. URL consultato il 1º agosto 2008.
  2. ^ Python Creator Scripts Inside Google, www.eweek.com. URL consultato il 13 maggio 2008.
  3. ^ Eric S. Raymond, Colonizzare la noosfera, apogeonline.com. URL consultato il 26 ottobre 2011.
  4. ^ The Four Hundred--Next Up on the System i: Python, www.itjungle.com. URL consultato il 13 maggio 2008.
  5. ^ Henrik Ingo, Benevolent dictator, in Open Life: The Philosophy of Open Source, 2006, ISBN 978-1-84728-611-6. URL consultato il 5 marzo 2011.
  6. ^ Slackware's "About" page, slackware.com.
  7. ^ Sabayon Website, sabayon.org.
  8. ^ About Ubuntu: Governance, Canonical Ltd. URL consultato il 5 marzo 2011.
  9. ^ Ubuntu founder defuses rumors of impending Microsoft deal, arstechnica.com. URL consultato il 13 maggio 2008.
  10. ^ Django committers, docs.djangoproject.com.
  11. ^ DjangoCon Article, arstechnica.com. URL consultato il 9 settembre 2008.
  12. ^ Dries set to be married!, willy.boerland.com.
  13. ^ Urban Dictionary: BDFL, urbandictionary.com.
  14. ^ Proposed Node v2 API Specification Draft, groups.google.com.
  15. ^ BDFL and moderation, opengeodata.org. URL consultato l'11 agosto 2010.
  16. ^ Jacques Marneweck, Jacques Marneweck's Blog: Rasmus's no-framework PHP MVC framework, Powertrip.co.za, 28 febbraio 2006. URL consultato il 1º giugno 2011.
  17. ^ Interview: Theo de Raadt on Industry and Free Software, su The Epoch Times, 05 luglio 2005. URL consultato il 03 giugno 2016.
  18. ^ JIRA workflow - Clojure Community - Clojure Development, su dev.clojure.org. URL consultato il 03 giugno 2016.
  19. ^ New Developer Info, wiki.blender.org. URL consultato il 21 settembre 2015.
Software libero Portale Software libero: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di software libero