Autonomia (diritto)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search

L'autonomia, in diritto, indica la possibilità di svolgere le proprie funzioni e/o incarichi senza ingerenze o condizionamenti da parte di altri soggetti o gruppi esterni.

Nel caso della magistratura si riferisce al non bisogno di altri organi per svolgere il proprio lavoro, e tutte le funzioni (compreso il controllo e le sanzioni) vengono svolte dallo stesso organo. Ciò è stato necessario per garantire la neutralità più assoluta nello svolgimento del proprio compito istituzionale.[1]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Come ad esempio, nel caso dell'art. 101 della Costituzione della Repubblica Italiana.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàThesaurus BNCF 25564
Diritto Portale Diritto: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di diritto