Atemi

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Nelle arti marziali giapponesi con il termine atemi si indicano sia le tecniche di percussione sia specifici punti del corpo verso i quali devono essere portate le tecniche.

Questi punti sono anche detti punti vitali e se li si percuote si impedisce all'avversario di reagire ulteriormente. (il termine vitale non tragga in inganno: la percussione degli atemi di norma non è letale, tranne pochissimi punti raggiungibili solo da praticanti esperti).

Esecuzione[modifica | modifica wikitesto]

Nel judo gli atemi-waza sono divisi in due macrogruppi, a loro volta suddivisi in sottogruppi:

Ude-ate[modifica | modifica wikitesto]

Le Ude-ate sono le "tecniche eseguite con gli arti superiori". Si dividono in:

  • Yubisaki-ate
  • Kobushi-ate
  • Tegatana-ate
  • Hiji-ate

Ashi-ate[modifica | modifica wikitesto]

Le Ashi-ate sono le "tecniche eseguite con gli arti inferiori". Si dividono in:

  • Hiza-gashira-ate
  • Sekitō-ate
  • Kakato-ate
Sport Portale Sport: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di sport