Aloina

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Aloina
Aloin structure.png
Aloin.jpg
Nomi alternativi
barbaloina
Caratteristiche generali
Formula bruta o molecolare C21H22O9
Massa molecolare (u) 418,39
Numero CAS 8015-61-0
PubChem 313325
SMILES C1=CC2=C(C(=C1)O)C(=O)C3=C(C=C(C=C3C2C4C(C(C(C(O4)CO)O)O)O)CO)O e c1cc2c(c(c1)O)C(=O)c3c(cc(cc3O)CO)[C@H]2[C@H]4[C@@H]([C@H]([C@@H]([C@H](O4)CO)O)O)O

L'aloina, nota anche come barbaloina,[1] è un composto organico amaro, di colore giallo-marrone presente nel parenchima di almeno 68 specie di piante succulente appartenenti al genere Aloe.

L'aloina estratta da fonti naturali è una miscela di due diastereomeri, denominati aloina A (chiamata anche barbaloina) e aloina B (o isobarbaloina), che hanno proprietà chimiche simili. Chimicamente l'aloina è un glucoside antrachinonico, il che significa che il suo scheletro antrachinonico è stato modificato mediante l'aggiunta di una molecola di zucchero. L'aloe emodina è l'aglicone dell'aloina.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ (EN) Reynolds, Aloes - The genus Aloe, 2004
Chimica Portale Chimica: il portale della scienza della composizione, delle proprietà e delle trasformazioni della materia