Vertice (teoria dei grafi)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Un grafo con 6 vertici e 7 archi

Nella teoria dei grafi, un vertice o nodo è l'unità fondamentale di cui i grafi sono costituiti: un grafo consiste in un insieme di vertici e di archi (coppie di vertici, ordinate se diretto, non ordinate altrimenti). Dal punto di vista della teoria dei grafi, i vertici sono trattati come oggetti senza caratteristiche e indivisibili, sebbene ulteriori strutture relative all'applicazione possano essere aggiunte. Ad esempio, una rete semantica è un grafo i cui vertici rappresentano concetti o classi di oggetti.

Due vertici si dicono adiacenti se esiste uno spigolo tra essi. Si definisce grado di un vertice il numero di spigoli aventi origine in esso.[1]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ (EN) Victor Adamchik, Graph Theory (PDF), su cs.cmu.edu, inverno 2005. URL consultato il 31 gennaio 2020 (archiviato il 4 luglio 2010).

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Matematica Portale Matematica: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di matematica