Strangers in the Night (Frank Sinatra)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Strangers in the Night
ArtistaFrank Sinatra
Tipo albumStudio
Pubblicazione1966
Durata27:10
Dischi1
Tracce10
GenereSwing
Jazz
EtichettaReprise Records
Registrazioneaprile - maggio 1966
Certificazioni
Dischi di platino1
Frank Sinatra - cronologia
Album precedente
(1966)
Album successivo
(1966)

Strangers in the Night è un album del crooner statunitense Frank Sinatra, pubblicato nel 1966 dalla Reprise Records

Il disco[modifica | modifica wikitesto]

L'album segnò il ritorno di Sinatra sulla vetta delle classifiche della Billboard 200 la terza posizione in Germania Ovest e la sesta in Norvegia, oltre che su quelle della Billboard Hot 100, con la canzone che dà il titolo al disco.

Alla cerimonia dei Grammy Awards del 1967 Sinatra vinse tre premi: Album dell'anno, Canzone dell'anno e Miglior performance vocale maschile. L'arrangiamento della canzone Strangers in the Night, di Ernie Freeman, vinse il Grammy per il miglior arrangiamento.

L'album è l'unico (non compilation) di Sinatra ad aver vinto un disco di platino.

Principalmente ricordato per la canzone eponima, Strangers in the Night è l'ultima collaborazione di Sinatra con l'arrangiatore storico Nelson Riddle. Nell'edizione originale di questo album, era presente anche un sottotitolo: Sings for Moderns. Inutile dire che, per quanto sempre apprezzati da tutte le età, in un'epoca in cui i Beatles dominavano incontrastati gli album di Frank Sinatra erano destinati ad un pubblico più adulto che giovanile.

In effetti l'album non è apprezzato dalla critica e viene definito "trascurato e grossolano".[1] Tuttavia, la canzone Strangers in the Night è senza dubbio uno dei più grandi successi commerciali di Sinatra ed uno dei suoi brani più caratterizzanti, mentre Summer Wind sarebbe stata apprezzata più lentamente da pubblico e critica con il passare degli anni.

Tracce[modifica | modifica wikitesto]

  1. Strangers in the Night - 2:25 - (Bert Kaempfert-Eddie Snyder-Charlie Singleton)
  2. Summer Wind - 2:53 - (Meier, Bradtke, Mercer)
  3. All or Nothing at All - 3:57 - (Altman, Lawrence)
  4. Call Me - 3:07 - (Hatch)
  5. You're Driving Me Crazy! - 2:15 - (Donaldson)
  6. On a Clear Day (You Can See Forever) - 3:17 - (Lerner, Loewe)
  7. My Baby Just Cares for Me - 2:30 - (Donaldson, Kahn)
  8. Downtown - 2:14 - (Hatch)
  9. Yes Sir, That's My Baby - 2:08 - (Donaldson, Kahn)
  10. The Most Beautiful Girl in the World - 2:24 - (Hart, Rodgers)

Musicisti[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Guida Completa a Frank Sinatra, Chris Ingham, Antonio Vallardi Editore. ISBN 88-7887-016-1

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Jazz Portale Jazz: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di jazz