Ritratto di Lutero e della moglie Caterina Bore

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Ritratto di Lutero e della moglie Caterina Bore
Workshop Lucas Cranach d.Ä. - Doppelporträt Martin Luther u. Katharina Bora (Uffizien).jpg
AutoreBottega di Lucas Cranach il Vecchio
Data1529
Tecnicaolio su tavola
Dimensioniciascuno 37×23 cm
UbicazioneUffizi, Firenze

Il Ritratto di Lutero e della moglie Caterina Bore è un doppio dipinto a olio su tavola (37x23 cm ciascuno) della bottega di Lucas Cranach il Vecchio, siglato e datato 1529, e conservato nella Galleria degli Uffizi a Firenze.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

Cranach ebbe più occasioni di ritrarre Lutero e la moglie Caterina Bore, in piccole tavole che diffondevano le effigi del protagonista della Riforma. I più antichi sono i due tondi dipinti a Basilea nel 1525, seguiti da altri ritratti del 1526 e del 1528 in collezioni tedesche. Si tratta di opere simili per posa e formato, ma la presa dal vero è testimoniata dal leggero invecchiamento dei protagonisti, fedelmente riportato.

Il doppio ritratto degli Uffizi si trova nelle raccolte medicee almeno dal 1666.

Descrizione e stile[modifica | modifica wikitesto]

Lutero è raffigurato a mezza figura vestito completamente di nero, con un abito dal collo ampio e alto, a cui fa da completamento un cappello floscio dello stesso colore. In tale modo il volto è incorniciato e reso estremamente espressivo, vero fulcro del dittico. La moglie indossa vesti più attillate, con un cappottino foderato di pelliccia, che denota l'appartenenza alla classe agiata della borghesia.

In queste opere l'artista mostra il suo innovativo approccio al ritratto, con uno spiccato gusto per un fluido linearismo, ravvisabile nell'enfasi data alla linea di contorno grazie all'omogeneo sfondo azzurro.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Pittura Portale Pittura: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Pittura