Parquet laminato

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Il pavimento in laminato è nato come pavimento economico, attorno agli anni '90. L'industria del mobile e dei pannelli in laminato ha cominciato a produrre una pavimentazione in doga, che voleva imitare il parquet in legno, principalmente per il settore 'fai da te'. Tuttavia nel giro di pochi anni ha avuto una grandissima espansione, in quanto è un pavimento facile e veloce da posare, molto adatto per le ristrutturazioni. Con l'evoluzione, alcuni produttori hanno scelto di focalizzarsi sulla qualità, studiando nuove tecnologie e applicandole all'idea d'origine. In poco più di un decennio, ai pavimenti per il fai da te e per il settore degli allestimenti, si sono affiancati pavimenti professionali e soluzioni per il settore dell'edilizia. Questi pavimenti hanno caratteristiche tecniche elevate e un aspetto di pregio. Scostandosi dai pavimenti economici destinati al fai da te, sono diventati pavimenti in laminato di alta qualità nel loro genere, fino a diventare pavimentazione d'arredo. Attualmente quindi, c'è una netta distinzione tra pavimenti in laminato per uso temporaneo (allestimenti, fai da te, stand fieristici) e pavimenti in laminato di design.

Pavimenti in laminato come per esempio la collezione Parkover SRplus da 12 mm. sono pavimenti di alta qualità, le collezioni Pergo o altre generalmente in commercio, si presentano una ottima scelta per capacità arredativa, facile pulizia e manutenzione e veloce posa in opera, puntando però sul profilo della qualità. Generalmente questa tipologia di pavimentazione ha l'inconveniente del rumore da calpestio, in quanto non essendo incollata al sottofondo, il rumore prodotto dal camminamento risuona nell'ambiente, in particolare se il sottofondo non è perfettamente planare. Per ridurre al minimo questo inconveniente è necessario utilizzare un sottopavimento con proprietà insonorizzanti. Mentre normalmente il pavimenti in laminato è un ottimo insonorizzante per i rumori di rifrazione, cioè quei rumori che si propagano dal pavimento all'ambiente sottostante. Ovviamente più lo spessore del pavimento è elevato, maggiore è il potere di assorbenza.

Che cos'è un pavimento in laminato?[modifica | modifica wikitesto]

Anche se generalmente viene chiamato parquet... in realtà non sarebbe corretto in quanto si può chiamare parquet solo un pavimento di legno con uno strato superiore in essenza, almeno superiore a qualche millimetro. Mentre la superficie del pavimento in laminato è composta da carta stampata e overlay. Tuttavia i pavimenti in laminato, sono pavimenti sostanzialmente costituiti in buona percentuale di legno. Il pannello centrale infatti è in fibra di legno pressata a temperature elevate. Alcuni prodotti più avanzati, sfruttano una tecnologia chiamata 'registered-embossed' o più comunemente 'a registro' o 'sincronizzata' dove le venature del legno sono messe in evidenza da un tipo di lavorazione che permette di avere la parte superiore perfettamente combaciante con le venature della stampa. Questo tipo di tecnologia è attualmente la più avanzata a livello estetico.

L'importanza degli strati I pavimenti in laminato sono composti da più strati di materiali. Questi strati hanno una grande importanza sia per l'estetica che per la resistenza e le caratteristiche di comportamento del pavimento. Ne determinano quindi la qualità finale. Il loro interno può essere prodotto con un pannello in HDF (fibra ad alta densità) o con MDF (fibra a media densità), Il pannello in MDF viene utilizzato per pavimenti di bassa qualità, il pannello in HDF viene utilizzato per pavimenti di qualità alta. Gli stessi pannelli in HDF inoltre, hanno vari gradi di densità. Ovviamente più è alta la densità del pannello maggiore sarà la resistenza del pavimento.

Gli strati di cui è composto un pavimento in laminato:[modifica | modifica wikitesto]

1. Strato superiore trasparente e impermeabile chiamato Overlay 2. Stampa del decoro 3. Un pannello centrale in HDF oppure MDF 4. Uno strato di bilanciatura stabilizzante Alcuni pavimenti in laminato hanno un quinto strato che è un materassino già incorporato al pavimento. Questa tipologia è ottimale per pavimentazioni temporanee, quando non ci sono problemi di umidità nel sottofondo. Ma un buon materassino sottopavimento che crea anche barriera al valore e senza dubbio la soluzione tecnica migliore per formare un pavimento duraturo.

Metodo di posa[modifica | modifica wikitesto]

I pavimenti in laminato si posano senza colla (posa in opera flottante). Alcuni prevedono l'utilizzo della colla tra un pannello e l'altro ma mai tra pavimento e sottofondo. Per questo motivo tra sottofondo e pavimento deve essere steso un materassino sottopavimento specifico per pavimenti in laminato. Sul perimetro, adiacente alle pareti, deve essere lasciato sempre un centimetro di spazio tra muro e pavimento, perché il pavimento in laminato richiede la posa flottante, cioè deve essere lasciato libero di "flottare" quindi non deve essere neppure ancorato con chiodi o viti e in presenza di ostacoli, come ad esempio colonne, si deve procedere lasciando sempre un centimetro di spazio come se fosse una parete.

Innovazioni[modifica | modifica wikitesto]

I pavimenti in laminato in questo ultimo decennio, sono lanciati verso nuovi obbiettivi anche a livello tecnico; sono attualmente in corso progetti a livello CEN cui EPLF sta contribuendo attivamente. Sono state pianificate ricerche di mercato su larga scala, includendo utenti, commercio e architetti che collaborano e danno il loro contributo per sviluppare  nuove frontiere. Già il 2011 ha visto ottime e importanti innovazioni e non solo sul campo estetico ma anche su quello tecnico e qualitativo. [1]

EPLF[modifica | modifica wikitesto]

EPLF® fornisce informazioni tecniche esaustive, come le schede tecniche e le dichiarazioni EPD, scaricabili gratuitamente. [2]

Corretta posa e manutenzione[modifica | modifica wikitesto]

È molto importante attenersi alle corrette istruzioni di posa, fornite dal produttore. Se si devono ricoprire vecchi pavimenti, verificare che non ci siano buchi, avvallamenti, sporgenze che devono essere eliminati.Assicurarsi sempre prima di posare il pavimento che non ci sia umidità' di risalita nell'ambiente, in quanto essendo in fibra di legno, il pavimento potrebbe gonfiarsi. Nel caso di umidità è meglio formare una vasca contro il vapore mediante un foglio di polietilene o un sottopavimento che crea barriera al vapore. Il pavimento inoltre non deve prendere umidità' prima di essere posato e deve sostare 48 ore nell'ambiente per adattarsi.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Guida ai pavimenti in laminato, nannigiancarlo.it.
  2. ^ Associazione produttori pavimenti in laminato, eplf.com.