Network Data Mover

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

L'NDM (Network Data Mover) è un prodotto comune sviluppato per il trasferimento dei file tra mainframe e server. L'NDM è nato come prodotto per il mondo mainframe e man mano sono state aggiunte altre piattaforme, facendo così crescere il prodotto. Originariamente chiamato NDM è stato ribattezzato Connect:Direct, nel 2008, da Sterling Commerce che dal 2005 ha acquisto Sterling Software.
Per quanto il nome ufficiale sia Connect:Direct tutti si riferiscono al prodotto con il vecchio nome NDM.

Tradizionalmente NDM utilizza il protocollo SNA tramite linee private e dedicate tra le parti che condividono i dati. Nei primi anni '90 è stato aggiunto il supporto al protocollo TCP/IP. Il principale vantaggio rispetto all'FTP è che offre maggiori controlli in termini di affidabilità.

L'NDM è usato pesantemente all'interno del settore dei servizi finanziari, agenzie governative e altre organizzazioni di grandi dimensioni che hanno un numero maggiore di mainframe e server Linux e Windows.
In termini di velocità NDM è leggermente più veloce dell'FTP, raggiungendo la velocità massima che il collegamento può supportare. Se la CPU è abbastanza potente l'NDM dispone di vari metodi di compressione che possono migliorare notevolmente la trasmissione.

L'NDM, da solo, non è un sistema sicuro di trasferimento file, per questo viene offerto un prodotto aggiuntivo, Connect:Direct Secure+, in questo modo i dati possono essere crittografati in SSL, TLS e STS.

Le modalità di trasferimento dell'NDM sono due, la modalità binaria (dove non si verifica nessuna transcodifica) e la modalità ASCII/EBCDIC (in quanto i normali server utilizzano la codifica ASCII mentre i mainframe utilizzano la codifica EBCDIC).

Voci correlate[modifica | modifica sorgente]

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]

telematica Portale Telematica: accedi alle voci di Wikipedia che parlano di reti, telecomunicazioni e protocolli di rete