Guerra dell'acqua

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Guerra dell'acqua è una terminologia usata per descrivere un conflitto tra paesi, stati o gruppi per l'accesso alle risorse idriche[1][2][3]. L'Organizzazione delle Nazioni Unite riconosce che le controversie per l'acqua sono il risultato di opposti interessi dei consumatori di acqua, pubblica o privata[4]. Nella storia si sono susseguiti diversi conflitti per l'acqua, anche se raramente tali guerre si sono combattute solo per l'acqua[5], mentre, l'acqua è stata storicamente una fonte di tensione e un fattore di conflitti che si aprono per altri motivi. Tuttavia, i conflitti per l'acqua sorgono per diversi motivi, tra cui le controversie territoriali, la lotta per le risorse, e il vantaggio strategico[6]. Questi conflitti si verificano sia per l'acqua dolce che per l'acqua salata, e tra i confini internazionali. Tuttavia, la maggior parte di questi riguardano l'acqua dolce e questo perché le risorse d'acqua dolce sono necessarie, ma limitate, e al centro di controversie derivanti dalla necessità di avere acqua potabile[7].

Secondo l’OMS (l’Organizzazione Mondiale della Sanità), 1 europeo su 5 non ha acqua potabile. Ciò vuol dire che 100 milioni di europei soffrono quotidianamente per la mancanza di acqua potabile con le malattie che ne conseguono. Nel 2006, l’OMS aveva così enumerato nello spazio europeo circa 170.000 casi di malattie di origine idrica: diarrea, epatite A, febbre tifoidea … Ciò spiega perché nel gennaio 2007, a Ginevra, i rappresentanti dei paesi europei si sono riuniti per lanciare finalmente il protocollo sull’acqua e la sanità. Anche se l’argomento era rimasto tabù fino a quel momento, questo protocollo è stato il primo che abbia puntato a ridurre il numero di decessi e di malattie legate all’acqua in Europa. Dopo il grido d’allarme dell’OMS, erano tutti coscienti della mancanza di consistenza degli impegni presi due anni prima, cioè nel 2005, per ilsecondo Decennio dell’acqua, per il periodo 2005-2015. Ma questo nuovo protocollo più ambizioso non ha migliorato la vita quotidiana degli europei in materia di disponibilità d’acqua potabile

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ James Tulloch, Water Conflicts: Fight or Flight?, Allianz, 26 agosto 2009. URL consultato il 14 gennaio 2010.
  2. ^ Patricia Kameri-Mbote, Water, Conflict, and Cooperation: Lessons from the nile river Basin in Navigating Peace, nº 4, Woodrow Wilson International Center for Scholars, gennaio 2007.
  3. ^ Wolf A., et al.
  4. ^ United Nations Potential Conflict to Cooperation Potential, accessed November 21, 2008
  5. ^ Peter Gleick, 1993. "Acqua e conflitto". sicurezza internazionalevol. 18, No. 1, pp 79-112 (estate 1993).
  6. ^ Heidelberg Institute for International Conflict Research (Dipartimento di Scienze Politiche, Università di Heidelberg); Conflict Barometer 2007: Crisi - Guerre -. Colpi di Stato - Nagotiations - Mediazioni - Pace Settlements, 16 di analisi del conflitto annuale, 2007
  7. ^ [1] Freshwater: lifeblood of the planet, accessed November 21, 2008