Gomitolo

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Gomitolo di lana fatto a mano

Un gomitolo è uno dei formati con cui si può raccogliere del filo in modo ordinato, la sua forma assomiglia a una palla. Il gomitolo è il metodo più antico, essendo il più semplice, per accumulare in modo facilmente riutilizzabile qualsiasi tipo di filo, spago o altro materiale leggero in modo che non si scompigli e annodi. Con la matassa, la spoletta e la rocca è uno dei formati usati dall'industria tessile per stoccare i filati.

A mano

Il metodo per iniziare un gomitolo a mano consiste nel tenere fermo un capo del filo tra le dita di una mano e avvolgervi strettamente attorno un po' di filo con l'altra mano per creare il nocciolo, si può usare un pezzetto di cartoncino o di carta ripiegata. Quando si è formato un primo nucleo si sfilano le dita lasciando il capo all'interno e si comincia ad avvolgere il filo tutto intorno avendo cura di girare la sfera che si va formando in modo che pochi giri si accumulino sul diametro e quelli seguenti incrocino in modo netto e abbastanza perpendicolare. Quando il gomitolo è cresciuto e diviene difficile tenerlo nella mano si taglia il filo e lo si blocca infilandolo sotto un giro già fatto lasciando fuori il capo.

A macchina

Gomitolo industriale

I gomitoli fatti dall'industria sono meno compatti rispetto a quelli fatti a mano, hanno l'anima vuota (perché preparati su un aspo), una distribuzione delle spire regolare e sono chiusi da una fascetta in carta con le indicazioni.<br\> La pezzatura va da:

  • 40 g. per filati molto pelosi come l'angora.
  • 50\100 g. per i formati normali di lana e cotone.
  • 200\500 g. per i formati grossi e filati robusti.

Voci correlate