Comunicatore telefonico

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search

Il comunicatore telefonico è un dispositivo studiato appositamente per le persone che hanno difficoltà di comunicazione verbale, che permette alle stesse di intrattenere comunicazioni telefoniche.

Il comunicatore telefonico si collega alla normale linea telefonica ed è costituito da una tastiera per la scrittura e da un monitor per la visualizzazione dei messaggi.

Tra le funzioni del comunicatore telefonico c'è la possibilità di collegamento diretto con l'assistenza medica (telesoccorso), l'invio e la ricezione di fax e SMS, una rubrica dei numeri telefonici, la memorizzazione delle chiamate in entrata ed uscita, la possibilità di interfacciamento a personal computer e la possibilità di stampa delle conversazioni.

I tipi di comunicazione possibili sono i seguenti:

  • Tra persone con la stessa disabilità: entrambi i soggetti sono provvisti di comunicatore telefonico e la conversazione digitata sulla tastiera viene visualizzata direttamente sui monitor degli utenti.
  • Tra persone con disabilità e persone normodotate: in questo caso il disabile si connette a mezzo del suo comunicatore telefonico ad un "servizio ponte", dove un operatore dotato di comunicatore telefonico riceve le informazioni in maniera testuale e le inoltra vocalmente (a mezzo normale telefono) all'utente normodotato.

In seguito all'avvento di nuove tecnologie (chat internet, SMS, eccetera) l'uso dei comunicatori telefonici si sta sensibilmente riducendo a favore di queste ultime. Comunque si stima che per altri 20 anni sarà una tecnologia necessaria ai soggetti non informatizzati.

In Italia esistono diversi servizi ponte, ma è ormai diventato quasi impossibile per i soggetti disabili reperire sul mercato dei Comunicatori Telefonici. La difficoltà è data dalla riduzione del mercato di questi strumenti (ormai i soggetti più giovani prediligono gli SMS e le chat via Internet), che ha causato la chiusura delle uniche aziende italiane produttrici. Gli strumenti provenienti dall'estero, raramente si possono utilizzare in Italia a causa dei protocolli di telecomunicazione differenti e dalle specifiche richieste dal Ministero della Sanità. Lo standard accettato in Italia dal Ministero della Sanità è il V.18 ed è anche compatibile con lo standard delle linee telefoniche italiane.

È di fondamentale importanza che il prodotto abbia tutte le caratteristiche richieste dal Ministero della Sanità, in quanto ciò permette al disabile di ricevere il prodotto gratuitamente mediante la fornitura di ausili prevista dalla ASL, regolata da un apposito Nomenclatore tariffario.

Comunità sorde Portale Comunità sorde: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di comunità sorde